Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'atmosfera: strumenti di salvaguardia e ruolo delle associazioni ambientaliste e dei consumatori

Scopo di questa tesi è individuare e fornire strumenti, essenzialmente giuridici, per la risoluzione dei problemi di natura ambientale sempre più presenti sia a livello nazionale che internazionale.
Analizzo in primo luogo la legislazione sia Italiana che Comunitaria in materia di inquinamento atmosferico, cercando di mettere in luce le lacune e le contraddizioni presenti, per poi passare alla valutazione del rapporto tra imprese e tutela dell’ambiente.
Tale analisi si basa sui concetti di sviluppo sostenibile e integrazione di profitto e ambiente attraverso i moderni strumenti forniti da certificazioni, etichette ambientali e registrazioni.
La parte centrale della tesi è stata dedicata al Protocollo di Kyoto per la riduzione dei gas ad effetto serra che, negli ultimi anni, è al centro delle attenzioni dei mezzi di informazione.
In questo ambizioso Trattato si possono individuare tutti i problemi tipici degli accordi internazionali in materia ambientale, primo tra tutti l’incapacità di trasformare in azioni concrete quanto pianificato e soprattutto l’impossibilità di vigilare e, se necessario, imporre il rispetto degli accordi agli Stati.
La maggiore attenzione per l’ambiente e le conseguenti azioni per tutelarlo maggiormente sono dovute, almeno in parte, alle Associazioni Ambientaliste e dei Consumatori, capaci di indirizzare l’attenzione di opinione pubblica, governi e imprese sulle conseguenze di un uso improprio delle risorse del pianeta.
Accanto a questi indubbi meriti bisogna però porre l’accento sull’incapacità di una visione di insieme dei problemi e soprattutto su una radicalizzazione di posizioni spesso controproducenti e dannose alle giuste battaglie intraprese.
Per porre rimedio a questi problemi che si sommano a quelli individuati per i Trattati Internazionali propongo di giungere a compromessi e di legare ad una organizzazione commerciale con potere di intervento, quale il WTO, la tutela ambientale che sarà certamente più annacquata, ma anche con maggiori possibilità di essere realmente applicata.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Carlo Cesare Volontè Contatta »

Composta da 232 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1374 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.