Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Privacy ed e-mail: due argomenti all'ordine del giorno

Durante l’ultimo decennio si è imposta all’attenzione della maggior parte della popolazione, l’utilizzo da parte dei mass media di una parola che con il passare del tempo è entrata sempre più nel nostro linguaggio comune: la privacy.
Per questo motivo, con il mio progetto di tesi, ho cercato di scoprire perché la parola privacy è salita subito alla ribalta e tutt’ora continua ad essere un argomento di cui molto spesso si sente parlare.
Inizialmente, ho cercato di analizzare l’origine della privacy per capire l’importanza che si è guadagnata negli ultimi anni sino ad arrivare alla ormai famosa legge sulla privacy (legge 675/96).
La parola privacy deriva dalla necessità di ogni singolo individuo di veder tutelato come diritto inviolabile, la propria persona.
Ogni persona avverte, quindi, la necessità di possedere dei diritti e soprattutto che questi ultimi vengano tutelati legalmente in modo tale da poter impedire a chiunque di entrare liberamente nella propria sfera privata.
Tutto questo naturalmente spinge l’individuo a ricercare nella privacy una specie di “protezione” nei confronti di coloro che intendono interferire con la vita e con le scelte altrui.
Pertanto la legge sulla privacy rappresenta un’ancora di salvezza per tutti coloro che intendono veder tutelato il loro diritto alla riservatezza e che sperano di poter ricevere delle garanzie nel caso di trattamento dei dati personali.
Con la legge 675/96 la maggior parte delle esigenze delle persone verranno risolte attraverso il raggiungimento di obiettivi e principi volti a tutelare i soggetti, servendosi naturalmente di diritti e obblighi che ogni individuo dovrà rispettare.
Per il conseguimento dei suoi scopi, la legge 675/96, si serve di una figura che assumerà un ruolo cardine nel caso della sicurezza nel trattamento dei dati: “L’Autorità Garante”.
Dal 1996 in poi, la legge 675/96 ha subito numerose modifiche attraverso dei decreti legislativi con i quali la giurisprudenza ha cercato di migliorare alcuni aspetti della legge e di adattarli alle continue nuove esigenze degli individui.
La legge sulla privacy deve il suo gran successo anche alla possibilità di poter essere applicata a numerosi campi, che rappresentano la quotidianità per noi cittadini.
Nel mio caso, mi sono soffermato ad approfondire l’applicazione della legge n.675/96 al campo delle e-mail.
Queste ultime, con il passare degli anni, hanno raggiunto un successo mondiale anche perché sono considerate un mezzo di comunicazione con il quale è possibile per esempio “unire” due o più individui che vivono in zone diverse dell’emisfero terrestre.
Quindi, siccome, l’argomento e-mail è ormai sulla bocca di tutti ho sentito il bisogno di affrontarlo e mi sono reso conto, così facendo, dell’importanza che riveste la legge sulla privacy anche in questo settore.
Lo scopo del mio progetto di tesi è quello quindi, di evidenziare ancor di più ciò che rappresenta per noi cittadini la legge sulla privacy e la sua utilità in vari aspetti della nostra società.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE Durante l’ultimo decennio si è imposta all’attenzione della maggior parte della popolazione, l’utilizzo da parte dei mass media di una parola che con il passare del tempo è entrata sempre più nel nostro linguaggio comune: la privacy. Per questo motivo, con il mio progetto di tesi, ho cercato di scoprire perché la parola privacy è salita subito alla ribalta e tutt’ora continua ad essere un argomento di cui molto spesso si sente parlare. Inizialmente, ho cercato di analizzare l’origine della privacy per capire l’importanza che si è guadagnata negli ultimi anni sino ad arrivare alla ormai famosa legge sulla privacy (legge 675/96). La parola privacy deriva dalla necessità di ogni singolo individuo di veder tutelato come diritto inviolabile, la propria persona. Ogni persona avverte, quindi, la necessità di possedere dei diritti e soprattutto che questi ultimi vengano tutelati legalmente in modo tale da poter impedire a chiunque di entrare liberamente nella propria sfera privata. Tutto questo naturalmente spinge l’individuo a ricercare nella privacy una specie di “protezione” nei confronti di coloro che intendono interferire con la vita e con le scelte altrui. Pertanto la legge sulla privacy rappresenta un’ancora di salvezza per tutti coloro che intendono veder tutelato il loro diritto alla riservatezza e che sperano di poter ricevere delle garanzie nel caso di trattamento dei dati personali.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Sabino Carlucci Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3779 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.