Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La costituzione di joint ventures miste con i paesi PECO

Da quanto esaminato si può evidenziare come, da alcuni anni, le imprese italiane abbiano messo in atto un importante processo di rilocalizzazione all’estero di parte del processo produttivo. Si tratta di un fenomeno del tutto fisiologico per i Paesi industriali e che nel nostro Paese, anzi, si è manifestato con ritardo.
Intervistando alcuni imprenditori legati ai Paesi PECO esaminati in questo lavoro, ho potuto notare come siano vari gli aspetti positivi per le imprese che investono, sia in quanto ciò permette di abbattere i costi di produzione, sia in quanto si stabilisce un migliore rapporto con la domanda finale. Ne deriva un ampliamento delle quote di mercato delle imprese italiane con benefici in termine di occupazione sia per il Paese che investe che per il Paese che riceve l’investimento.
Il contributo che viene portato ai Paesi PECO è dunque notevole, poiché, nella maggior parte dei casi, vi è ancora scarsa capacità del sistema economico di alcuni tra tali Paesi di penetrare in settori nuovi o di rafforzare e diversificare i modelli presenti: ciò è dovuto, tra l’altro, dalla insufficiente dotazione di fattori, come infrastrutture ed investimenti in ricerca e sviluppo, che rappresentano il contesto indispensabile nel quale un paese può allargare la sua gamma di prodotti e migliorarne la qualità. Ed è per questo che Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia ed Ungheria hanno dimostrato interesse ad un afflusso di investimenti dall’estero.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Capitolo primo LE JOINT VENTURES 1.1) LINEAMENTI E SIGNIFICATO DI JOINT VENTURE Il termine joint venture indica le diverse forme di associazione temporanea tra imprese per l’esercizio di un’attività economica in un settore di comune interesse, create vuoi per l’esecuzione di un’opera complessa, vuoi semplicemente per la prestazione di particolari esercizi o di un singolo affare. L’origine delle joint ventures è da ricercarsi nella pratica economica e commerciale degli ordinamenti di common law, soprattutto degli Stati Uniti, da cui sono state progressivamente esportate negli altri Paesi e particolarmente in quelli soggetti ad un più intenso sviluppo industriale, fino ad assumere oggi una sempre maggiore rilevanza sul piano internazionale. In particolare, il loro sviluppo ha interessato soprattutto quei settori che, per gli ingenti finanziamenti necessari, gli alti rischi connessi o la complessità dell’opera, rimanevano preclusi alle

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesco Zanchi Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1769 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.