Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le banche dati per l'analisi finanziaria

Il presente lavoro si occupa dei supporti informatici di cui l’operatore si può avvalere per ottenere i dati necessari allo svolgimento di analisi sugli aspetti economico, finanziario e patrimoniale della situazione aziendale. Tra le fonti a disposizione dell’analista si può individuare nel bilancio d’esercizio il principale strumento informativo. In questo documento, infatti, si trovano la descrizione della composizione e della dimensione, sia del patrimonio in un dato istante, sia del risultato di esercizio riferito ad un periodo di gestione. La stesura annuale del bilancio d’esercizio, resa obbligatoria da disposizioni legislative, si rivela funzionale alle caratteristiche dell’analisi finanziaria che necessita di osservazioni di tipo comparativo nel tempo e nello spazio.
Svolgendo una funzione informativa pubblica, inoltre, il bilancio d’esercizio deve fornire una base minima di conoscenza sulla situazione aziendale che sia rivolta a tutte le classi d’interesse e che consenta a queste di formulare un giudizio sull’attitudine dell’impresa ad operare in condizioni di equilibrio economico, patrimoniale e finanziario.
Le banche dati possono essere distinte sulla base del supporto che le contiene e delle modalità di accesso. Le banche dati che sono contenute in un Cd-Rom vengono dette offline mentre quelle che consentono la consultazione di un archivio attraverso un collegamento telematico sono dette online.
Un primo obiettivo che si è posto nello svolgimento della ricerca è stato quello di analizzare l’offerta di banche dati per l’analisi finanziaria. Si sono prese in considerazione le banche dati contenenti i dati di bilancio e sono state evidenziate le caratteristiche dei servizi offerti dai differenti operatori. In particolare si sono distinte le banche dati che offrono esclusivamente una copia in formato ottico del bilancio d’esercizio da quelle che invece presentano delle elaborazioni dei dati di bilancio funzionali allo svolgimento di analisi finanziarie.
Il secondo obiettivo della ricerca è stato quello di verificare concretamente il funzionamento di queste banche dati in modo da mettere in luce quali esigenze possano soddisfare e quali aspetti di criticità presentino. Si è verificato come fossero costruiti i bilanci sintetici sottoponendo ad un confronto i prospetti prelevati da due diverse banche dati. Da questo sono emerse le differenti scelte sottostanti alla redazione degli schemi che ne rendono assai diverso il contenuto informativo. Il confronto ha poi interessato gli indici di bilancio calcolati a partire dai due schemi analizzati in precedenza. Sono state in particolare verificate l’attendibilità dei valori presentati e le differenze tra gli stessi cercando di individuare le ragioni degli scostamenti. Sono infine state considerate le risorse disponibili per l’analisi di settore analizzandone le modalità di aggregazione dei dati e le definizioni di settore adottate.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Capitolo 1 L’analisi finanziaria 1.1 Oggetto dell’analisi finanziaria La gestione aziendale si svolge in un contesto ,caratterizzato dall’incertezza e dalla complessità , tramite un susseguirsi di decisioni che i soggetti che governano l’impresa sono chiamati a prendere per orientarla verso gli obiettivi che ad essa sono assegnati. L’impresa è la struttura mediante la quale gli uomini hanno organizzato la produzione dei beni e dei servizi loro necessari : essa genera valore e si trova quindi al centro di una complessa rete di interessi e di attese da parte dei soggetti che con questa entrano in relazione .L’analisi finanziaria studia gli strumenti di indagine della gestione aziendale considerati come una metodologia di orientamento nelle scelte dell’operatore ,che ,svolgendo la sua attività in un contesto caratterizzato dall’incertezza con riguardo alle manifestazioni future delle variabili rilevanti sull’efficacia delle decisioni, avverte l’esigenza di elementi informativi per limitarne gli effetti negativi. 1 Oggetto dell’analisi è dunque la gestione che, costituita da un insieme di decisioni, che si concretizzano in modo diretto od indiretto in scambi con terze economie, viene osservata rivolgendo l’attenzione alle grandezze che questi misurano. Sebbene essa debba considerarsi unitaria viene osservata nei differenti aspetti che la compongono . 1 Nell’ambito degli studi di Economia aziendale si può collocare la Finanza aziendale come la disciplina che si occupa, secondo finalità di ottimizzazione, delle decisioni attinenti alla funzione finanziaria della gestione . L’analisi finanziaria ricopre un ruolo di disciplina tecnica strumentale a a questa sebbene nella pratica risulti assai incerto il confine tra le due discipline. Per un quadro sulla sistemazione e sul ruolo dell’analisi finanziaria cfr. Benigno [ 1999, 1 ss.]

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative

Autore: Enrico Carlo Cestari Contatta »

Composta da 126 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3794 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.