Skip to content

Il governo nelle reti d'imprese

Informazioni tesi

  Autore: Biagio Russo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Gaetano Golinelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 178

Lo studio delle relazioni tra imprese ha interessato esperti di diversi ambiti disciplinari.
La natura e la struttura dei rapporti interorganizzativi, infatti, sono state oggetto di ricerca dell’Economia dei Costi di Transazione, del Marketing, della Strategia, delle Teorie Organizzative e della Sociologia.
L’obiettivo di questo studio è di individuare le strutture di governo eccellenti delle relazioni tra imprese (business network).
Ciò significa individuare quelle strutture di governo che garantiscono un migliore sfruttamento delle potenzialità di creazione di valore insite nelle relazioni interorganizzative.
Le ragioni che sostengono questo studio sono sostanzialmente due:

a) L’importanza che le relazioni interorganizzative hanno in settori strategici, quali quello dei computer systems, delle biotecnologie, delle telecomunicazioni, dei nuovi materiali e automobilistico;
b) La recente crescita delle relazioni interorganizzative in Italia, come dimostra il trend dei costi esterni e del valore aggiunto sulle vendite: i primi sono aumentati dal 72,1% del 1992 al 80% del 2000 ed il secondo è sceso dal 33% del 1992 al 26,7% del 2000 (Mediobanca, 2001)

La prospettiva teorica adottata è quella dell’Economia dei Costi di Transazione, che distingue due tipologie di strutture di governo: il mercato e la gerarchia.
Nell’ottica transazionale, dunque, la rete d’imprese è una forma intermedia tra i due concetti forti di mercato e gerarchia: si possono chiamare reti d’imprese tutte quelle forme organizzative che sono un mix di mercato e gerarchia.
Distinguiamo tuttavia:

a) Forme impure di mercato, in cui il mercato è corretto da un certo grado di cooperazione tra i partecipanti;
b) Forme impure di gerarchia, in cui un certo grado di competizione corregge le rigidità burocratiche del potere gerarchico puro.

La prima forma è caratterizzata da basso grado di centralizzazione delle decisioni, da bassa profondità dei controlli, da bassa standardizzazione e da bassa formalizzazione; l’altra, al contrario, da alto grado degli aspetti considerati.
Abbiamo dunque due forme di governo dei business network: una vicina alla gerarchia e l’altra vicina al mercato.
La scelta tra le due forme di governo, quella vicina alla gerarchia e quella vicina al mercato, è fatta perseguendo il bilanciamento del trade-off tra costi di transazione e costi della struttura di governo.
Questo trade-off è bilanciato definendo le strutture di governo, in sintonia sempre con l’Economia dei Costi di Transazione, in relazione alla specificità dell’asset, all’incertezza, all’opportunismo, all’intensità degli incentivi e, integrando le conclusioni della suddetta teoria, alla strategicità.
In questa prospettiva, alta specificità dell’asset, alto opportunismo, bassa intensità degli incentivi, alta incertezza ed alta strategicità richiedono, per ottenere performance elevate, di ricorrere alla forma di governo gerarchica; livelli opposti delle variabili considerate richiedono invece il ricorso alla forma di governo del mercato.
Al fine di valutare l’esistenza di una relazione di questo tipo tra struttura di governo, configurazione della rete d’imprese e performance, è stata svolta un’analisi empirica, che ha riguardato un campione di reti d’imprese tratte dal “Fifth Framework Programme” database.
Ciascun network è stato valutato considerando i seguenti costrutti:

1) Governance structure: Centralizzazione, Formalizzazione, Standardizzazione, Specializzazione.
2) Network configuration: Specificità dell'Asset, Opportunismo, Incertezza, Strategicità, Intensità degli Incentivi.
3) Network performance: Costo, Tempo, Qualità.

Un primo passo importante è stato quello di individuare i fattori in grado di esprimere al meglio i costrutti considerati.
Dopo un progressivo processo di screening che ha portato all’eliminazione di quelli vaghi, ambigui e ridondanti, i fattori rimasti sono stati tradotti in criteri che, a loro volta, sono stati inseriti in un questionario suddiviso in più sezioni, ognuna riferita ad uno dei costrutti in tabella.
I dati sono stati acquisiti attraverso interviste personali, telefoniche e via internet.
Si è proceduto quindi ad uno screening delle risposte, ed i dati ritenuti validi sono stati inseriti in un database e sono stati sottoposti ad una serie d’analisi:

a) Un’analisi fattoriale per verificare se i criteri scelti sono coerenti con i fattori;
b) Un’analisi di correlazione in ordine all’esplorazione ed all’eliminazione di ridondanze tra i fattori;
c) Un’analisi regressiva al fine di esplorare meglio le correlazioni tra Struttura di Governo, Configurazione della rete d’imprese e performance e confrontare i risultati con le conclusioni della Teoria dei Costi di Transazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Lo studio delle relazioni tra imprese ha interessato esperti di diversi ambiti disciplinari. La natura e la struttura dei rapporti interorganizzativi, infatti, sono state oggetto di ricerca dell’Economia dei Costi di Transazione, del Marketing, della Strategia, delle Teorie Organizzative e della Sociologia. Alcuni autori, combinando i modelli e le evidenze empiriche delle diverse ricerche, hanno dimostrato che le relazioni tra imprese presentano elevate potenzialità nella creazione di valore economico con riferimento a: a) L’efficienza; b) Lo sviluppo di conoscenze tecnologiche, commerciali e manageriali radicali, il cui contenuto innovativo e differenziante diviene fonte di vantaggio competitivo per le imprese partner. L’obiettivo di questo studio è di individuare le strutture di governo eccellenti delle relazioni tra imprese (business network). Ciò significa individuare quelle strutture di governo che garantiscono un migliore sfruttamento delle potenzialità di creazione di valore insite nelle relazioni interorganizzative. Le ragioni che sostengono questo studio sono sostanzialmente due: a) L’importanza che le relazioni interorganizzative hanno in settori strategici, quali quello dei computer systems, delle biotecnologie, delle telecomunicazioni, dei nuovi materiali e automobilistico; b) La recente crescita delle relazioni interorganizzative in Italia, come dimostra il trend dei costi esterni e del valore aggiunto sulle vendite: i primi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

relazioni interorganizzative
corporate governance
costi di transazione
network di aziende
business network
reti di imprese

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi