Skip to content

Gestione digitale dei diritti sulle proprietà intellettuali

Informazioni tesi

  Autore: Leonardo Scattola
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Informatica
  Relatore: Francesco Dalla Libera
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 108

L’avvento delle nuove tecnologie nell’informatica, quali Internet e gli accessi a banda larga, genera problemi legati alla protezione dei diritti sulle opere dell’ingegno; queste infatti possono essere facilmente copiate e distribuite, senza perdita di qualità.
I nuovi metodi di distribuzione dei contenuti porteranno il mercato ad un’evoluzione verso il pay per use, creando business model basati sulla distribuzione ''sicura'', sulla protezione delle opere dagli usi illeciti e sull’uso di sistemi per la gestione dei diritti sui contenuti.
Per tutelare i diritti di utenti, autori ed editori è necessaria l’adozione di metodologie e servizi che gestiscano transazioni e relazioni tra le parti in maniera affidabile, e che includano strumenti per la prevenzione ed il rilevamento delle copie illegali.
In questa tesi parleremo delle principali tecnologie per la gestione digitale dei diritti, delle implicazioni sociali e legislative derivanti dalla loro introduzione e dei problemi da esse generati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 1. Introduzione Nei secoli passati, la legislazione sul diritto d autore ha tentato di bilanciare i diritti degli utenti con quelli degli autori e degli editori, promuovendo incentivi affinchØ essi continuassero il loro lavoro. Con l avvento delle nuove tecnologie, quali Internet e gli accessi a banda larga, questo modello Ł cambiato: Internet promette (o minaccia) di modificare profondamente quello che noi chiamiamo libro o giornale , creando nuovi prodotti che stravolgono la concezione dell editoria; la stessa infrastruttura dell informazione sta mutando i rapporti e le relazioni legali tra editore, autore ed utente (e questo per tutti i campi dell informazione); se in passato le relazioni tra le parti erano lineari ed unidirezionali, ora gli editori sono obbligati a contrattare direttamente con gli utenti, senza appoggiarsi piø alle strutture tradizionali (es. libreria). I nuovi metodi di distribuzione dei contenuti (anche multimediali) basati su Internet creeranno presto nuovi business models, basati sulla distribuzione sicura e sull introduzione di sistemi per la gestione dei diritti sui contenuti stessi; dal momento che i consumatori vogliono ottenere value for money e facilit d uso dei media, mentre i fornitori di contenuti vogliono piø sicurezza e piø ricavi (cioŁ piø copie distribuite), il mercato tender ad un evoluzione verso un ottica pay-per-use. I problemi legati alla prevenzione e al rilevamento delle copie illegali sono aumentati grazie anche ai forti miglioramenti nello streaming di contenuti multimediali e nella tecnologia di compressione: Ł possibile trasferire audio e video di alta qualit tramite un normale collegamento Internet. Questa realt ha creato uno dei trend piø recenti sul Web, lo scaricamento di contenuti musicali, che frequentemente avviene in maniera anche illegale (vedi il caso Napster). Questi media digitali possono essere facilmente copiati e distribuiti, senza perdita di qualit ; sebbene vi siano molti siti che vendono o distribuiscono in modo del tutto legittimo i file MP3, ne esiste un numero altrettanto elevato che invece rende disponibili illegalmente i file protetti da copyright, violando in questo modo i diritti d autore e delle case discografiche. Internet viene sempre piø usata per la distribuzione di beni digitali , quali versioni digitali di libri, articoli, musica ed immagini. La facilit di copia e distribuzione di questi beni digitali rende Internet adatta alla modifica e alla diffusione illegali di materiale protetto da copyright, e la rapida adozione di nuove tecnologie quali le connessioni a banda larga e le reti peer-to-peer sta accelerando questo processo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

drm
proprietà intellettuale
digital rights management

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi