Skip to content

Atomic Force Microscopy Experiments on Interfaces and Surface Forces

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Neto
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Dottorato in Scienze Chimiche
Anno: 2001
Docente/Relatore: Piero Baglioni
Correlatore: Vince S.J.Craig
Istituito da: Università degli Studi di Firenze
Dipartimento: Chimica
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 190

The Atomic Force Microscope (AFM) was employed to study the flow of Newtonian liquids at solid interfaces, by directly measuring the hydrodynamic drainage force acting on a sphere approaching a flat surface. Contrary to the common assumption of no-slip, our force measurements provide clear evidence of boundary slip. We also found that the degree of boundary slip is a function of the liquid viscosity and the shear rate and that current theories of slip do not adequately describe the experimental data. Furthermore, in this Thesis, the structure and the surface properties of a range of systems of interest in interface and surface science are described. In particular, the morphology of soft layers (H* aggregates formed in Langmuir-Blodgett films), adsorbed particles (nanostructured gold surfaces and Ca(OH)2 nanoparticles), and molecular aggregates (micelles of nucleolipids and polymers containing their complementary bases) were investigated.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Chapter 1 1 CHAPTER 1 INTRODUCTION 1.1 Preamble Developments in the microscopy field, as in control, manipulation and measurement devices on a nanoscopic scale, led to the invention of the Scanning Tunneling Microscope (STM) by Binnig and Rohrer in 1982 [1]. Shortly afterwards, in 1986, Binnig, Quate and Gerber invented the Atomic Force Microscope (AFM) [2]. STM relies on measurement of exponentially decaying tunneling current between a metal tip and a conducting substrate. Since its invention and the recognition for its inventors of the Nobel Prise in 1986, STM has found a wide use in studies of inorganic materials [3,4], organic material [5,6] and dynamic processes [7], including reactions [8]. Not being restricted to conductive materials, AFM is a much more versatile instrument than STM, and more adopted in studies applied to colloidal systems and soft matter. The number of publications related to AFM has increased constantly since its invention, and the instrument is now a fundamental tool in most research laboratories of the world. The Atomic Force Microscope probably earned its initial popularity in virtue of its capability of providing images of samples with atomic resolution [5,9-12] in vacuum, air or liquid environment. The materials being investigated are almost endless: thin and thick film coatings, ceramics, composites, synthetic and biological membranes, biological macromolecules, metals, polymers, and semiconductors. The AFM is being applied in several fields of research, such as materials science and engineering, biochemistry and biology, in studies of the most varied phenomena, such as colloidal stability [13], characterisation of nanostructures and molecules [12,14,15], adhesion and delamination [8,16], surface elasticity [16], corrosion, etching, friction [17,18] and lubrication.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

afm
boundary slip
colloid probe
high resolution imaging
hydrodynamic force
langmuir-blodgett
microfluidics
nanoparticles
thin films
nanostructures
adsorption on surfaces

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi