Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti legali del commercio elettronico

La tesi è suddivisa in due parti: la prima si occupa della conclusione del contratto telematico, della tematica dell'accordo tra assenti, degli aspetti legati alla forma contrattuale e degli eventuali problemi che possono insorgere: ad esempio la validità delle clausole vessatorie nei contratti point and click.
La seconda offre una panoramica sui mezzi di pagamento via Internet: si affronta il problema degli Electronic Fund Transfer, del rapporto delegatorio, del pagamento con carta di credito, della moneta elettronica e infine dell'assegno elettronico e della sua compatibilità con la legge assegni.
L'intento della tesi è quello di fornire un quadro comparato del commercio elettronico, anche e soprattutto su temi non ancora disciplinati dal nostro legislatore.

Mostra/Nascondi contenuto.
VIII I. E- commerce: un nuovo mercato La nozione di commercio e le sue caratteristiche peculiarità si modellano sulla falsariga di quelle della società civile, e con esse vivono in un continuo e progressivo divenire, arricchendosi, negli ultimi anni sempre più frequentemente, di nuovi soggetti e contenuti; ma questa realtà estremamente dinamica e mutevole è spesso e purtroppo causa di fraintendimenti per il giurista, che fatica a cogliere le nuove problematiche con le quali si deve confrontare e finisce per rimanere, suo malgrado, prigioniero di statici archetipi mentali. Il commercio, come sappiamo, è un’attività volta alla produzione, trasformazione e circolazione dei beni e questa definizione è valida qualunque sia il grado di sviluppo economico e tecnologico di una società, ciò che cambia invece è il mercato, rectius, i mercati. I mercati sono molteplici e indicativamente vi sono tanti mercati quante sono le conformazioni giuridiche dei rapporti di scambio. Internet è per l’appunto uno di questi. Le sue caratteristiche consistono nella impossibilità di porvi dei confini geografici e temporali, di delimitarne i prodotti e gli operatori, di applicarvi, almeno in apparenza, vincoli legislativi e amministrativi. Internet è quindi un mercato del tutto particolare, non è localizzato da un punto di vista territoriale, non rispetta orari e non ha limitazioni merceologiche, lo si potrebbe quindi definire come «il mercato» vista la sua sconfinata possibilità di far scambiare beni e servizi.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luigi Martin Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3413 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.