Skip to content

Il codice di autoregolamentazione Tv e minori - Problemi di applicazione nella fascia pomeridiana

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Pizzini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2001-02
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Paolo Del Debbio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 101

La presente tesi ha come oggetto lo studio del Codice di autoregolamentazione Tv e minori stipulato nel 1993 e aggiornato nel 1998 tra la FRT e una ventina di associazioni in difesa dell'utenza.

In seguito ad un'approfondita analisi del Codice stesso e del Regolamento preposto al suo Comitato d'attuazione, l'elaborato prosegue prendendo in considerazione i principali metodi che una rete televisiva può decidere di adottare a posteriori, in seguito alla messa in onda di programmi inadeguati alla fascia oraria in cui sono stati inseriti. A questo proposito vengono analizzati gli interventi avvenuti su alcune trasmissioni, quali ''Xena la principessa guerriera'' e ''Ally McBeal''.
Nell'ultimo capitolo invece vengono esaminati i principali problemi regolamentativi e applicativi del Codice Tv e minori. Si conclude con la presentazione di alcune possibili risoluzioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 4 - INTRODUZIONE Nella complessa società moderna influenzata, se non addirittura “costruita” dai mass media, il rapporto tra televisione e minori viene ad assurgere un ruolo sempre più centrale nel dibattito pubblico per la sua evidente importanza nei percorsi di crescita dei ragazzi e nella trasformazione di stili di vita e modelli culturali. La televisione costituisce, infatti, come direbbe la studiosa Aimée Dorr, «un mezzo speciale per un pubblico speciale» 1 . Secondo l’ultimo rapporto Censis intitolato Media e minori 2 si stima che il medium televisivo entri nel 70% delle case di tutto il mondo, andando così ad identificarsi come il principale strumento di comunicazione, nonché il principale veicolo di valori, visioni della vita e ruoli sociali, ancor prima che i minori possano sviluppare di queste realtà un’esperienza effettiva. Considerare i media e soprattutto la televisione come attori fondamentali nella prima socializzazione dei bambini e in quella a lungo termine degli adulti è diventata ormai un’opinione diffusa. Secondo il parere di molti 3 , inoltre, proprio nei mass media risiederebbe la causa essenziale della crisi delle tradizionali agenzie formative, come la famiglia e la scuola. In realtà la tesi della socializzazione può essere vista da due diversi punti di vista, non necessariamente autoescludentisi: se da un lato è vero che la Tv può sostenere e rafforzare le altre agenzie educative, dall’altro è innegabile che questa possa venire considerata una minaccia ai valori stabiliti da genitori, insegnanti ed altri agenti del “controllo sociale”. Soprattutto se si considerano gli attuali standard qualitativi della maggior parte dei programmi televisivi. La progressiva influenza del settore è confermata anche dal crescente numero di canali televisivi esistenti: sono stati creati 87 canali in tutto il mondo dedicati ai bambini, di cui 50 solo negli ultimi tre anni. A questo consegue un investimento pubblicitario annuale per il marketing rivolto ai minori di dimensioni non paragonabili a nessun livello raggiunto in precedenza 4 : i bambini sono pertanto diventati l’obiettivo principale di un 1 Cfr. Dorr Aimée, Tv and children. A special medium for a special audience, Sage, Stati Uniti, 1986 2 . A cura del Censis, Media e minori nel mondo. Scenari internazionali, sfide per il futuro, 2002. 3 Si veda Morcellini Mario, Passaggio al futuro. Formazione e socializzazione tra vecchi e nuovi media, Franco Angeli, Milano, 1997 4 Secondo la citata ricerca del Censis l’investimento pubblicitario annuale per il marketing rivolto ai minori ammonta per la precisione a 12 miliardi di dollari annui e si stima inoltre che sempre nell’arco di un anno i bambini statunitensi influiscano sugli acquisti per oltre 500 miliardi di dollari.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bollini televisivi
etica della comunicazione
fascia protetta
responsabilità sociale
televisione
tutela dei minori
autoregolamentazione televisiva
codice di autoregolamentazione tv e minori

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi