Skip to content

Soluzioni impiantistiche per l'impiego energetico di biomasse: aspetti tecnici, economici, logistici

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Parisella
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Automazione Industriale e Robotica
  Relatore: Marcello Pacifico Pelagagge
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 290

La disponibilità di energia condiziona il progresso economico e sociale di una nazione, ma il modo con cui l’energia viene resa disponibile può condizionare negativamente l’ecosistema e quindi la qualità della vita.
In Italia sono disponibili oltre 17 milioni di tonnellate di biomassa, il 90% dei quali è costituito da residui agricoli e forestali (in misura uguale). La piena utilizzazione della biomassa disponibile consentirebbe di installare una potenza elettrica complessiva pari a circa 2.300 MW, cioè il 5% del totale nazionale.
L’energia chimica della biomassa può essere convertita direttamente in energia termica tramite combustione, o trasferita, mediante opportuni processi, a un vasto numero di vettori energetici solidi, liquidi o gassosi. Alcuni di essi, previo trattamento, possono essere agevolmente stoccati, conservati e utilizzati in un secondo tempo come carburanti; altri devono essere preferibilmente utilizzati subito e convertiti in energia termica, meccanica o elettrica.
I due impianti che vengono presi in esame sono quelli che attualmente hanno il più alto grado di maturità tecnologica ed al contempo i minori costi di investimento per capacità tra i 5 e gli 80 MW. Di conseguenza, per tale analisi, non si possono che scegliere l’impianto a combustione in letto fluido con ciclo a vapore e quello a gassificazione con turbina a gas e ciclo combinato a vapore, dato che gli altri, seppur tecnologicamente interessanti come le celle a combustibile, non sono ancora proponibili su grandi dimensioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
138 3.4 Opere di contenimento e monitoraggio dell’inquinamento atmosferico e sonoro Per contribuire in modo efficace a possibili impatti ambientali negativi degli impianti di produzione di energia, questi devono essere forniti di adeguati strumenti per combattere tutti i tipi di inquinanti prodotti durante il processo. Non si tratta solamente di evitare emissioni di tipo gassoso, ma per il rispetto delle leggi e soprattutto della popolazione circostante, l’impianto non deve provocare neanche inquinamenti acustici e di polveri. Di seguito si esamina il sistema di contenimento dell’inquinamento degli impianti a combustione in letto fluido. 3.4.1 Trattamento fumi I sistemi oggi più diffusi per il trattamento dei fumi provenienti dalla combustione di rifiuti in genere e di biomassa in particolare, si dividono sostanzialmente in due categorie: 1) apparecchiature per l’abbattimento delle polveri (abbattimento fisico); 2) apparecchiature per l’abbattimento degli inquinanti gassosi (abbattimento chimico). Le varie apparecchiature possono essere fra loro combinate in funzione del tipo di inquinante da eliminare allo scopo di rientrare nei limiti di legge riportati nella seguente Tabella 3.14: Inquinanti Valori limiti alle emissioni (1) Polvere totale (2) 10 mg/Nm 3 COT (2) 10 mg/Nm 3 HCl (2) 10 mg/Nm 3 HF (2) 1 mg/Nm 3 SO 2 (2) 50 mg/Nm 3 NO X (2) 200 mg/Nm 3 CO (2) 50 mg/Nm 3 Cd + Tl (3) 0,05 mg/Nm 3 Hg (3) 0,05 mg/Nm 3 Metalli pesanti (3) 0,5 mg/Nm 3 (1) Valori riferiti ad un tenore di ossigeno dei fumi anidridi dell’11% in volume. (2) Valori medi giornalieri. (3) Valore medio rilevato per un periodo di campionamento di 1 ora. Tabella 3.14 – Valori limiti alle emissioni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

biomasse
compost
energia
energie rinnovabili
smaltimento dei rifiuti
energia eolica
impianti eolici
energia fotovoltaica
energia solare
impianti fotovoltaici
impianti di compostaggio
riciclaggio dei rifiuti
produzione di energia elettrica
impanti a combustione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi