Skip to content

Lo scompenso cardiaco e la sua gestione clinica: l'impiego delle tecnologie informatiche

Informazioni tesi

  Autore: Ranieri Ripoli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Medicina e Chirurgia
  Relatore: Gianfranco Gensini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

Lo scopo precipuo del progetto è, partendo dall’impianto di una rete di telecardiologia locale, quello di creare anche una rete sanitaria europea strutturata in modo tale che da qualunque parte e in qualunque modo il paziente tocchi questa rete si attivino una serie di procedure che permettano:
L’immediata identificazione sanitaria del paziente con il recupero della sua cartella clinica virtuale. L’attivazione dei canali più specifici(di emergenza e non) per il trattamento del paziente sfruttando le tecnologie della telemedicina. Il progetto prevede quindi, come supporto di base indispensabile, anche l’implementazione di un sistema di telemonitoraggio continuo per i pazienti portatori di patologie cardiache critiche, ovvero lo scompenso e la cardiopatia ischemica instabile.
Il progetto prevede di estendere e ampliare questo servizio, per soddisfare tre bisogni di natura sociosanitaria: Monitorare le condizioni dei pazienti stranieri che si trovino nella nostra città per turismo o per lavoro, consentendo al contempo un rapido intervento medico e/o infermieristico nel caso di problemi improvvisi. Intervenire rapidamente e con efficacia sui pazienti stranieri portatori di patologie croniche, che si stiano spostando nell’ambito del territorio comunale. Estendere questi servizi per creare una convergenza tra i sistemi sanitari e socioassistenziali nel comune di Firenze a cittadini con malattie croniche che vivano nelle proprie abitazioni o in residenze assistite.
Come risultato secondario del progetto ci si propone di classificare in modo sistematico la sintomatologia descritta dal paziente in fase acuta, indipendentemente dalle caratteristiche del paziente stesso (nazionalità, cultura, lingua, emotività) e di chi raccoglie le dichiarazioni del paziente: questo attraverso l’associazione dei sintomi con loro rappresentazioni grafiche (icone). Il progetto sarà successivamente esteso ad altre municipalità caratterizzate, come nell’area fiorentina, da un’elevata presenza di pazienti stranieri e si andrà ad integrare nella rete europea dei servizi socio-sanitari. Sarà inizialmente creato un centro di servizi che si occuperà della gestione, distribuzione e installazione delle apparecchiature di monitoraggio, della gestione pazienti in arrivo (compresa la gestione dei dati elettronici) e dell'ascolto ed elaborazione dei dati telemedici. Questo centro si occuperà inoltre del coordinamento dei servizi di emergenza. Prima di partire per la città di destinazione il paziente, informato dal suo medico di base o di media, compilerà un modulo web con i suoi dati anagrafici ( compreso il domicilio della città di destinazione) , i nominativi e recapiti di persone da contattare in caso di necessità e del suo medico di riferimento, i dati clinici relativi a: patologie di interesse, terapie in corso, allergie a farmaci, gruppo sanguigno, etc..
Queste informazioni saranno memorizzate (in formato HL7) in un archivio localizzato nel centro servizi e consultabile / modificabile da Internet previa autenticazione con password di accesso.
Quando il paziente arriva a Firenze troverà ad attenderlo nella struttura di accoglienza (se convenzionata) o in un entry point una carta elettronica e secondo le sue condizioni cliniche anche un apparato di telemonitoraggio mobile o di telesoccorso. Al paziente ad elevato rischio di scompenso verrà fornito un apparato di telemonitoraggio mobile che rilevi e trasmetta tramite rete GSM al centro servizi dati biomedici che indichino il suo grado di compenso, ovvero ECG, P02 , BPM che riflettano la sua situazione clinica. L’apparato sarà dotato anche di localizzatore e pulsante di chiamata.
All’attivazione l’unità comincerà a registrare sulla memoria interna i dati ed ad inviarli, con una cadenza temporale definita e/o “on-demand” al centro servizi.
Al paziente a basso rischio e a bassa mobilità verrà invece fornito un apparato di telesoccorso collegabile alla rete fissa, di minore costo di impianto e manutenzione. L’associazione del codice di chiamata del telesoccorso con il paziente, e quindi con i suoi dati clinici ed il suo domicilio, consentirà di attivare il mezzo di soccorso più idoneo.
In ogni caso, al paziente verranno fornite tutte le indicazioni per il corretto utilizzo dell’apparato, e per la sua manutenzione ordinaria, oltre ai riferimenti cui rivolgersi in caso di problemi di malfunzionamento. Quando l’apparato di telesoccorso rileva una situazione di emergenza o su chiamata del paziente, si attiverà una chiamata di allarme al centro servizi che in base ai dati clinici e all’indicazione del luogo in cui si trova il paziente stesso attiverà il mezzo di soccorso più idoneo. Oltre a ciò sarà implementato un collegamento fonico tra struttura e pazienti, non solo per raccogliere informazioni sull’evento che ha dato luogo alla chiamata, ma soprattutto per tranquillizzare il paziente durante l’attesa dell’arrivo del soccorso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Pagina 3 di 49 CAPITOLO 1 LO SCOMPENSO CARDIACO Definizione e Fisiopatolgia Definizione La definizione di scompenso cardiaco è cambiata enormemente nell'arco degli anni 1 per la difficoltà ad integrare i segni clinici rilevati al letto del malato con i dati strumentali. 2 Oggigiorno esistono molte definizioni di scompenso cardiaco, la definizione che viene considerata la più appropriata è quella data da Braunwald nel suo trattato: "Lo scompenso cardiaco si verifica quando un'anomalia della funzione cardiaca fa si che il cuore non sia in grado di pompare sangue in quantità sufficiente per soddisfare i bisogni metabolici dell'organismo o possa farlo solo a spese di un aumento della pressione di riempimento. La incapacità del cuore a soddisfare i fabbisogni tessutali può essere dovuta a riempimento inefficace e insufficiente e\o ad una anomala contrazione e successivo svuotamento". 3 Frequentemente l'insufficienza cardiaca è determinata da un difetto di contrazione miocardico, che può essere il risultato di patologie extramiocardiche come l'aterosclerosi coronarica e le malattie valvolari o secondario ad anomalie primitive del muscolo cardiaco. A causa dell'efficacia del trattamento della cardiopatia ischemica e dell'infarto miocardico in fase acuta , lo scompenso cardiaco rappresenta oggi una causa maggiore e crescente di mortalità e morbilità. Cause di Morte in Italia Malattie Cerebrovascolari 13% Infarto Miocardico 6,8% Scompenso Cardiaco 6,7% Tumori Polmonari 5,4% 1 Harris P.The problem of defining heart failure.Cardiovasc Drugs Ther 1994:8:447-452 2 Urbaszek W.Definition and classification of heart faliure.Z Kardiol 199:80 Supp 8:7-12 3 Braunwald E.Heart Failure:An overview.New York:Mc Graw Hill.1997.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cardiologia
cartella clinica elettronica
e-medicine
informatica medica
ingegneria biomedica
ranieri ripoli
scompenso cardiaco
telecardiologia
telemedicina
web cardiology

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi