Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione dei rapporti di business to business tra piccole e medie imprese

Si analizza l'evoluzione dei rapporti di fornitura e sub-fornitura aziendale sfruttando il potenziale delle nuove tecnologie ICT. Si delineano i vantaggi connessi con lo sviluppo futuro dei distretti digitali di imprese, con particolare attenzione alla condivisione di risorse materiali ed immateriali per progettazioni e sviluppo di nuovi prodotti/processi produttivi. Parte della tesi è poi dedicata allo sviluppo della tematica legata agli E-marketplace, al sistema di approvvigionamento on line definito come E-procurement ed infine all'idea di un magazzino virtuale condiviso tra più imprese (con un business case).

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CONCLUSIONI Lo sviluppo del BTB e delle nuove tecnologie La continua diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione digitale (ICT), ha determinato, e determina tutt’ora, un progressivo e sostanziale mutamento nel sistema dei rapporti interaziendali di fornitura e sub-fornitura. Le sfide imposte dalla globalizzazione dei mercati, richiedono infatti alle aziende di ripensare le proprie strategie, riorganizzando la struttura al fine di ridurre il time-to-market ed operare così in tempo reale con clienti, fornitori e partner in un’ottica di struttura aziendale allargata. La digitalizzazione dei rapporti commerciali, rappresenta una vera e propria rivoluzione che produce un forte impatto su quelli che sono gli orientamenti culturali dell’imprenditorialità aziendale e, questo, con particolare riferimento alle PMI. Per quanto concerne l’impatto dell’e-business sui diversi settori dell’economia, il comparto del Business to Business (BTB), dove l'attività online interessa lo scambio di dati ed informazioni, materie prime, semilavorati, risorse umane, ecc. tra fornitori, partner produttivi e distributori commerciali, è quello con più elevati margini di crescita, a dimostrazione di quanti benefici le imprese hanno ottenuto e continuano ad ottenere con la virtualizzazione della propria supply chain. Tramite l’utilizzo della rete infatti, le aziende creano e sfruttano nuove opportunità di business potendo da un lato condividere e scambiare, a basso costo, risorse ed informazioni su processi e prodotti aziendali, realizzando così

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Fabio Ulgiati Contatta »

Composta da 250 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3278 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.