Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli di ottimizzazione per l'approvvigionamento del servizio di trasporto tramite Internet

La tesi tratta di un nuovo modo per l’approvvigionamento del servizio di trasporto da parte delle aziende. Queste infatti, a causa delle sempre maggiori esigenze di flessibilità sorte negli ultimi decenni, non effettuano tutto il trasporto di cui necessitano in proprio, ma lo esternalizzano a trasportatori indipendenti. Uno strumento utile per ottenere l’incontro di domanda e offerta di servizi di trasporto è Internet. Siti web, che funzionano come emarketplace, permettono ai trasportatori, in un ottica di breve periodo, di trovare velocemente carichi e ridurre di conseguenza lo spazio inutilizzato sui mezzi. Inoltre, per contratti di lungo periodo, essi possono proporre offerte combinate, per fornire il network dei viaggi delle aziende, che consentono loro di sfruttare al massimo l’assetto. Ciò va a vantaggio anche degli spedizionieri che possono così ottenere un servizio migliore a prezzi più bassi.
Il primo capitolo fornisce una panoramica generale sull’ambiente dell’e-business. Il paesaggio dell’e-business contiene due maggiori divisioni: attività orientate al consumatore e attività orientate all’impresa. Distinguiamo poi, tra beni fisici, come auto o computer e beni informatici (o digitalizzabili), come riviste o musica. Analogamente avremo servizi fisici, quali i trasporti e servizi informatici, quali per esempio quelli finanziari. Per i beni e servizi informatici Internet permette una loro produzione e distribuzione in forma digitale con costi decisamente ridotti; questi beni fanno la parte del leone nell’attività dell’e-business orientata al consumatore. Viceversa nelle attività orientate all’impresa Internet può essere utilizzato per gestire la catena di fornitura dei beni e servizi fisici. Vi è poi un accenno alla situazione dell’e-business in Italia.
Il secondo capitolo, nella prima parte, approfondisce la definizione di catena di fornitura, spiega in cosa consiste la sua gestione e come Internet può migliorare il flusso di informazioni lungo la filiera produttiva. Nella seconda parte del capitolo si introduce il concetto di e-marketplace, si traccia una sua classificazione e si forniscono esempi di funzioni che esso può fornire ai proprio clienti.
Nel terzo capitolo troviamo, dopo un’introduzione generale sui vari tipi di aste (che sono appunto una delle funzioni che un e-marketplace può gestire), la trattazione matematica del problema delle aste combinate (CAP, SPP). Abbiamo, in conclusione, qualche accenno alla complessità e ai metodi di risoluzione dei modelli.
Il quarto capitolo spiega come le aste combinate siano molto utili nell’approvvigionamento del servizio di trasporto. La possibilità di fare offerte combinate sui viaggi degli spedizionieri permette infatti, ai trasportatori di individuare movimenti continui riducendo gli spazi vuoti sui mezzi. L’ultimo paragrafo del capitolo riporta l’esperimento eseguito dalla Sears Logistics Services quale primo utilizzo di un’asta combinata per i servizi di trasporto.
Il quinto capitolo descrive le varie strategie che stanno utilizzando questi siti web, chiamati anche exchange o e-markeplace. Possiamo classificare queste strategie in quattro grandi categorie: crescere rapidamente, costruire sul vantaggio del primo arrivato e restare focalizzati, espandersi da una forte e fedele base di clienti, trovare una buona nicchia e sviluppare superiori funzionalità logistiche. Segue un confronto fra 15 di questi siti web sulla base di alcuni parametri significativi quale il fatto di essere privati o pubblici, i servizi offerti, la focalizzazione geografica o i servizi di trasporto ammessi. Infine vengono descritti più in dettaglio e confrontati due exchange pubblici per il mercato spot dei carichi: CargoNow.com e Ogenet.com.
Il sesto capitolo è interamente dedicato a FreightMatrix.com, e-markeplace privato e pubblico che fornisce superiori funzionalità logistiche: il software dell’azienda “i2” è qui fornito direttamente on-line tramite ASP. In particolare è descritto il servizio “Trasportation Bid Collaboration” che permette aste combinate tra spedizionieri e trasportatori. Questo sito è descritto nei particolari grazie alle informazioni fornite direttamente da Brad Heinz, il manager del servizio. Contiene in allegato la conferenza on-line e le e-mail scambiate con il manager.
Nel settimo capitolo, prendendo come esempio TBC, si costruisce un modello matematico, con una serie di possibili varianti per risolvere il problema dell’approvvigionamento del servizio di trasporto. Dopo averlo implementato con MPL e Visual Basic per Excel si effettuano una serie di prove computazionali per stabilire il modello più conveniente. Si utilizza infine il modello, anziché su dati generati casualmente, su un database di dati riguardanti un engagement di TBC, anche questi forniti da FreightMatrix.

Mostra/Nascondi contenuto.
Modelli di ottimizzazione per l’approvvigionamento del servizio di trasporto tramite Internet

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Corazza Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1566 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.