Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le organizzazioni turistiche in Italia. Il caso delle Province autonome di Trento e Bolzano

Il settore del turismo è caratterizzato da una indiscussa poliedricità nella quale si collegano materie fra loro distanti. Tra le tante materie che ruotano intorno al turismo possiamo ricordare comparti come il commercio, l’ambiente, lo sport, la cultura e l’artigianato. La sua diffusione di massa e l’espansione dell’industria stessa portano l’esigenza di acquisire fondamenti quali quello socio-economico e quello giuridico-normativo per poter organizzare un buon prodotto turistico.
L’organizzazione amministrativa in Italia, presente sin dalla fine del secolo scorso, è caratterizzata da figure pubbliche e private che regolano il movimento turistico.
Lo scopo della tesi è quello di presentare la situazione dell’organizzazione turistica in Italia alla luce dell’evoluzione legislativa che si è avuta negli ultimi anni. In particolare, con l’aiuto delle recenti leggi, si cercherà di comprendere in che direzione essa si sta muovendo.
La tesi è strutturata nel modo seguente:
Nel primo capitolo viene presentata l’evoluzione legislativa che si è avuta in Italia. Incominciando con i cenni storici, si avrà poi la possibilità di analizzare la nuova riforma del turismo, legge 135/2001. L’ultima parte del capitolo riguarderà invece l’attuale situazione legislativa regionale.
Il secondo capitolo illustra quali sono gli organi principali presenti a livello nazionale. Tale capitolo è suddiviso in tre parti: la prima riguarda l’Assetto istituzionale; la seconda gli Enti a carattere nazionale; e l’ultima presenta gli Organismi del turismo sociale.
Nel terzo capitolo viene analizzata la situazione organizzativa oggi presente nelle Province autonome di Trento e Bolzano.
Nel quarto capitolo vengono affrontate le Conclusioni, nelle quali si cercherà di riassumere la situazione attuale e di capire i principali problemi esistenti.
In appendice vengono inserite le interviste fatte a due esperti del settore; la prima al dott. Carlo Guardini Caporedattore dell’Ufficio stampa dell’Azienda di promozione per il turismo del Trentino; la seconda alla dott.ssa Alexandra Mair Assistente di direzione del Südtirol Marketing – Alto Adige Marketing.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Il settore del turismo è caratterizzato da una indiscussa poliedricità nella quale si collegano materie fra loro distanti. Tra le tante materie che ruotano intorno al turismo possiamo ricordare comparti come il commercio, l’ambiente, lo sport, la cultura e l’artigianato. La sua diffusione di massa e l’espansione dell’industria stessa portano l’esigenza di acquisire fondamenti quali quello socio-economico e quello giuridico-normativo per poter organizzare un buon prodotto turistico. L’organizzazione amministrativa in Italia, presente sin dalla fine del secolo scorso, è caratterizzata da figure pubbliche e private che regolano il movimento turistico. Lo scopo della tesi è quello di presentare la situazione dell’organizzazione turistica in Italia alla luce dell’evoluzione legislativa che si è avuta negli ultimi anni. In particolare, con

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuliano Rebellato Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3141 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.