Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'euro e i cittadini: aspettative e timori

Paure e aspettative dell'italiano, nel periodo di transizione monetaria più difficile del secolo: il passaggio dalla lira all'euro. Il cittadino alle prese con i prezzi psicologici, la paura dell'inflazione, degli arrotondamenti, e della continuità dei contratti. Giornalisti, politici e gente comune, esprimono le loro idee sulla più grande rivoluzione monetaria europea. Caso pratico trattato: indagine sul grado di conoscenza dell'euro tra le imprese della provincia di Napoli.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione ”Nella storia occidentale, a cadenza secolare, si verifica puntualmente un ciclo di profonda trasformazione. Nel giro di pochi decenni, la società si ristruttura. La sua visione del mondo, i suoi valori principali, la politica, la sua arte, le sue istituzioni fondamentali cambiano profondamente. Cinquant’anni dopo vi è un mondo nuovo”. Così scriveva l’eminente teorico sociale Peter Drucker nel 1993. La maggior parte delle Nazioni e dei popoli europei sta vivendo proprio oggi questa trasformazione, e l’Euro ne è il protagonista indiscusso. Il passaggio da un’età basata sulla produzione ad una in cui il bene sociale primario è la conoscenza, sta riscrivendo ovunque la storia della società umana, generando nuove profonde sfide, proprio nel momento in cui si aprono delle prospettive mai prima d’ora verificatesi. Questa nuova stagione della storia - madrina della moneta unica - è una vera e propria età, e, in quanto tale, offre grandissime promesse in termini di responsabilizzazione degli esseri umani, di democratizzazione, di occupazione, di salute, di apertura culturale ed economica planetaria. Ma ogni grande trasformazione sociale ha un prezzo da pagare: come avvenne con l’avvento dell’età industriale, che contribuì a generare fenomeni patologici quali inquinamento e sfruttamento, oggi dobbiamo attenderci delle turbolenze sociali. Tuttavia, nell’interpretare i segni dei tempi, avremo come guida da oggi in avanti, l’Euro, ormai pronto a indicarci lontani orizzonti.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Maria Caccaviello Contatta »

Composta da 277 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1753 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.