Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Riqualificazione professionale e ricollocazione del personale in esubero: outplacement individuale e collettivo

il servizio di outplacement è un servizio di consulenza per la ricerca di una nuova occupazione, che un datore di lavoro mette a disposizione di propri dipendenti nei confronti dei quali ha deciso di interrompere il rapporto.
il servizio di outplacement è un ammortizzatore sociale privato della perdita del lavoro, e in pratica consiste nell'affiancamento al dipendente di un consulente specializzato che lo assiste nella ricerca di nuove opportunità occupazionali attraverso un adeguato programma di formazione e idonei strumenti di logistica.
Non esistono limiti formali all'ambito di utilizzabilità del servizio, l'outplacement infatti è impiegato sia per i manager che per operai ed impiegati.
Attraverso l'outplacement la direzione del personale riesce a concordare l'uscita delle risorse umane con una riduzione del rischio di contenzioso e a costi predefiniti andando così a migliorare sia l'immagine interna che esterna.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREMESSA In questi mesi si fa un gran parlare di tutela dell’occupazione dei lavoratori nelle situazioni di crisi aziendale. Il concetto di tutela fa automaticamente pensare ad un soggetto debole che si trova in una situazione di difficoltà occupazionale, ma la tutela non deve essere vista solo come una problematica relativa ad una singola persona o ad un singolo gruppo di persone. La necessità di far sì che l’occupazione dei lavoratori sia un fatto concreto è un’esigenza di carattere pubblico che interessa tutti, lavoratori e non. Nell’attuale mercato del lavoro le persone, oltre a dover essere più capaci e preparate, corrono maggiori rischi perché per sopravvivere in un mercato competitivo le aziende ricorrono con maggior frequenza a fasi di cambiamento e di ristrutturazione che comportano ridimensionamenti del personale. Ciò spiega la necessità di contare su lavoratori flessibili, ad alto contenuto di competenza, capaci di gestire un rapporto di lavoro che forse è più stimolante ma anche più carico di incertezze. Il presente lavoro vuole illustrare un nuovo strumento in grado di rispondere alle problematiche occupazionali: l’outplacement. L’outplacement è un ammortizzatore sociale “moderno” che si adatta ad un mercato del lavoro, come quello attuale, nel quale si entra e si esce più volte nel corso della vita. Si tratta di un servizio che rassicura il lavoratore nell’ipotesi di crisi occupazionale e che gli permette di trovare più facilmente una nuova

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Clara Maria Rosaria Faliakis Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7874 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 32 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.