Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli authoring tools nel progetto FairsNet

Attraverso uno stage presso l'istituto di ricerca Fraunhofer - IPSI di Darmstadt in Germania sono stata coinvolta nella progettazione e valutazione di interfacce utenti di Authoring tools presenti nel sistema FairsNet. Progetto che offre servizi innovativi sul Web per la gestioni di fiere reali e virtuali.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 Introduzione Lo sviluppo delle tecnologie di comunicazione e di trasmissione delle informazioni permette, attualmente, l’utilizzo di servizi che, precedentemente, richiedevano la presenza fisica di utenti in luoghi specifici o l’interazione fisica tra diversi soggetti. Oggi, attraverso Internet, gli utenti possono essere presenti virtualmente in vari ambienti. Questo documento descrive il mio lavoro durante lo stage presso l´istituto FRAUNHOFER-IPSI in Germania. Sono stata coinvolta nella progettazione e nello sviluppo della nuova versione del sistema FAIRWIS (Trade FAIR Web- based Information Services): FairsNet, un sistema che ha l’obiettivo di offrire servizi innovativi sul web per supportare le varie attività di organizzazione e gestione di fiere. Gli utenti del sistema sono, quindi, organizzatori di fiere, espositori, visitatori [Nie, 2002]. Inoltre il progetto FairsNet intende gestire anche le attività di fiere “virtuali”, accessibili via Web, la cui vita non è limitata al periodo di esposizione di una fiera reale ed il cui numero di espositori può essere illimitato. Il progetto FairsNet è stato ideato in una prospettiva di “meta-design” [Nie, 2002]. L’intenzione è di fornire all’utente, organizzatore di fiere, Authoring Tools che consentano di creare autonomamente l’interfaccia del sistema per gestire la propria fiera. Diversi aspetti sono importanti in questo progetto; il primo è l’adozione della metodologia “user-centered” [Pre, 1994], che mette in relazione l’utente con lo staff di progetto, in accordo con l’approccio di “Participatory Design” [Adl,

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Mariantonietta Pace Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 465 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.