Skip to content

Il posizionamento strategico come fonte del vantaggio competitivo

Informazioni tesi

  Autore: Federico Colasanti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Matteo Giuliano Caroli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 292

Attraverso il posizionamento strategico si ricerca, si costruisce e si preserva un vantaggio competitivo sostenibile nei confronti dei propri competitors diretti e degli altri attori che interagiscono nel quadro competitivo complessivo. È questo l’assunto base che si sostiene all’interno del presente lavoro e che si cercherà di avvalorare analizzando tutti gli aspetti ad esso collegati.
Si partirà, infatti, nel primo capitolo, cercando di evidenziare quale sia la relazione esistente tra strategia e posizionamento strategico fornendo alcuni cenni su entrambi gli aspetti ed utilizzando con elemento di connessione l’analisi strategica. Analisi strategica che sarà più approfonditamente esaminata nel corso del secondo capitolo, poichè è necessario possedere un’esatta conoscenza di cosa essa significhi e quale sia stato il percorso evolutivo che si è avuto in letteratura circa questo aspetto. Si partirà analizzando il paradigma microeconomico neoclassico che, in seguito, è stato per certi versi superato dal paradigma strutturalista, tipico dell’economia industriale. In seguito si esaminerà il paradigma strategico che, per primo, poneva al centro della sua analisi l’impresa e, più in particolare, la strategia da essa adottata. Più avanti si procederà ad approfondire il paradigma istituzionale ed organizzativo, nonché l’ultimo, che in ordine di tempo si è sviluppato, ossia il paradigma evoluzionistico e la sua particolare attenzione alle competenze dell’impresa. Dopo aver descritto i modelli di analisi, si inizierà ad approfondire quali siano gli strumenti per la definizione del posizionamento strategico, a partire dagli schemi utilizzati dagli economisti industriali come il paradigma struttura-condotta-performance, per poi passare agli studi di strategic management, con lo schema delle cinque forze competitive e della catena del valore. In seguito si farà riferimento alle matrici strategiche utilizzate a partire dagli anni ‘70 per l’individuazione dell’ambiente competitivo e per la formulazione delle relative strategie di posizionamento dell’impresa. Infine, si introdurranno gli studi di marketing strategico, maggiormente analizzati nel terzo capitolo.
Infatti, nel terzo capitolo si approfondiranno gli aspetti della definizione del posizionamento all’interno del processo di marketing strategico definendo il processo di corporate marketing e descrivendo lo sviluppo del concetto di area strategica d’affari.
Sempre nel corso di questo capitolo si metterà in evidenza la strettissima relazione esistente con la definizione della missione aziendale e quali siano le basi attraverso cui si perviene alla formulazione di una proposta di posizione ottimale, proponendo un modello attraverso cui giungere alla definizione di un posizionamento strategico ottimale, che si basa sulle attività in cui l’impresa ha sviluppato competenze distintive, ed anche sul bisogno la cui soddisfazione ha maggior valore per la clientela obiettivo.
In conclusione del terzo capitolo, si tratterà del cosiddetto posizionamento percettivo, cioè dell’importanza di come l’azienda viene percepita e considerata dagli operatori del sistema economico. In base a tali considerazioni, si proporranno una serie di alternative strategiche che è possibile perseguire per raggiungere un determinato posizionamento sia strategico sia percettivo.
Nel quarto capitolo, si tratterà in maniera estremamente approfondita dell’importante aspetto della diagnosi del posizionamento strategico prendendo in considerazione sia la diagnosi relativa ai risultati ottenuti con il posizionamento strategico attualmente in atto, sia in relazione ai risultati che è possibile conseguire con una nuova strategia di posizionamento.
Infine, nel quinto ed ultimo capitolo, l’attenzione sarà incentrata sul corroborare attraverso l’analisi di un caso empirico la tesi sostenuta nella presente trattazione, analizzando il posizionamento strategico di IKEA, una multinazionale leader del settore dell’arredamento presente anche in Italia.
In primo luogo si analizzerà dal punto di vista economico il sistema Legno-Arredamento, evidenziandone le caratteristiche salienti e proponendo un’analisi prospettica relativa all’evoluzione che si potrà registrate in tale sistema. La seconda parte del capitolo è, invece, interamente dedicata allo studio di IKEA, descrivendone la storia, la missione aziendale e la struttura organizzativa, per poi approfondire ulteriormente le modalità di svolgimento delle attività e le peculiarità dei servizi alla clientela, in stretta correlazione col modello di definizione del posizionamento strategico proposto nel terzo capitolo. Infine, si descriverà in maniera chiara la scelta strategica di posizionamento effettuata da IKEA, in modo tale da rendere evidente come sia essa, la principale fonte del vantaggio competitivo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Presentazione Attraverso il posizionamento strategico si ricerca, si costruisce e si preserva un vantaggio competitivo sostenibile nei confronti dei propri competitors diretti e degli altri attori che interagiscono nel quadro competitivo complessivo, rappresentati dai produttori di beni sostitutivi, dai potenziali entranti, dai clienti e dai fornitori. È questo l’assunto base che si sostiene all’interno del presente lavoro e che si cercherà di avvalorare analizzando tutti gli aspetti ad esso collegati. Si partirà, infatti, nel primo capitolo, cercando di evidenziare quale sia la relazione esistente tra strategia e posizionamento strategico fornendo alcuni cenni su entrambi gli aspetti ed utilizzando con elemento di connessione l’analisi strategica. Analisi strategica che sarà più approfonditamente esaminata nel corso del secondo capitolo, poiché è necessario possedere un’esatta conoscenza di cosa essa significhi e quale sia stato il percorso evolutivo che si è avuto in letteratura circa questo aspetto. Infatti, nel corso degli anni si sono avvicendati numerosi modelli d’analisi che, in vario modo, permettevano la comprensione dell’ambiente competitivo e conseguentemente la definizione del migliore posizionamento strategico che l’impresa doveva perseguire. Si partirà analizzando il paradigma microeconomico neoclassico che, in seguito, è stato per certi versi superato dal paradigma strutturalista, tipico dell’economia industriale. In seguito si esaminerà il paradigma strategico che, per primo, poneva al centro della sua analisi l’impresa e, più in particolare, la strategia da essa adottata. Più avanti si procederà ad approfondire il paradigma istituzionale ed organizzativo, nonché l’ultimo, che in ordine di tempo si è sviluppato, ossia il paradigma evoluzionistico e la sua particolare attenzione alle competenze dell’impresa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi strategica
diagnosi strategica
ikea
marketing
posizionamento strategico
vantaggio competitivo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi