Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La convivenza fra persone dello stesso sesso

Con il presente elaborato sulla “convivenza fra persone dello stesso sesso” si vuole raggiungere l’obiettivo di poter valutare le possibili evoluzioni normative nel nostro paese.
La trattazione procede dunque per passi successivi, quantunque ricollegati in una visione la più omogenea possibile.
Anzitutto l’analisi verte sulla tutela ed emersione giuridica delle coppie omosessuali nell’esperienza internazionale europea, valutando lo stato della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo, nonché il progresso normativo in seno alla Unione Europea sfociato in particolare nella elaborazione di diverse risoluzioni nonché nella Carta Europea dei diritti dell’Uomo.
Successivamente, l’indagine volge alla valutazione della esperienza giuridica nel settore maturata nei diversi paesi europei, con una particolare attenzione alla discrasia riscontrata tra l’ordinamento francese, nel quale è entrata in vigore la legge sul "Pacte civil de solidaritè", e olandese (primo ordinamento che ha aperto l’istituto matrimoniale anche a persone dello stesso sesso).
Infine si valuterà l’ordinamento e la dottrina italiana, con particolare riferimento alla interpretazione degli articoli 2, 3, 29 della Costituzione, la poca ed al momento marginale giurisprudenza italiana (in specie il riferimento va soprattutto a due sentenze degli anni ’80) ed, infine, i progetti di legge al momento in sede di esame delle aule parlamentari.
Le conclusioni (personali) alle quali si perviene, sebbene allo stato attuale possano sembrare piuttosto ardite, sono avvalorate anche da elementi di politica legislativa.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Le rivendicazioni omosessuali sono, soprattutto a partire dalla met� degli anni �80, al centro dell�attenzione dei legislatori, della giurisprudenza e della dottrina dell�Europa continentale; per meglio comprenderne il significato attuale occorre per� tener conto della evoluzione degli ideali omosessuali, con particolare attenzione agli ultimi trent�anni. Negli anni �60 e �70 del secolo appena passato l�ideale di vita omosessuale (in particolare della popolazione omosessuale maschile) volgeva essenzialmente sulla moltiplicazione dei rapporti sessuali anonimi piuttosto che su di uno stile di vita coniugale. Successivamente si � assistito ad un superamento della sessualit� come elemento centrale dei rapporti omosessuali che pu� porsi certamente in relazione anche con l�epidemia dell�AIDS; ma tale fattore, pur non trascurabile, non sembra apparire fondamentale del mutamento dello stile di vita delle coppie dello stesso sesso. La componente principale pare ravvisarsi piuttosto nella evoluzione sociale verso un del clima di tolleranza riguardo all�omosessualit� che ha gradualmente favorito l�instaurazione di rapporti stabili nonch� di progetti di vita, similmente a quelli messi in atto nelle coppie eterosessuali. Ci� non vuol significare una omogeneizzazione degli stili di vita persistendo ancora differenze, soprattutto in quegli stati a tradizione cattolica, laddove la coabitazione omosessuale risulta ancora meno frequente rispetto a quelle delle coppie costituite fra persone di sesso diverso (anche se in merito potrebbe affermarsi che anche la coabitazione nelle relazioni eterosessuali extramatrimoniali, e prima della loro affermazione sul piano sociale, era una soluzione di gran lunga meno praticata che oggigiorno). Tale mutamento ha quindi coinciso con le rivendicazioni odierne a favore del riconoscimento legale delle unioni fra partner dello stesso sesso, pur rilevando comunque differenze di vedute circa le modalit� di realizzazione di tale emersione all�interno della stessa comunit� omosessuale; se, in effetti, una larga parte di tali soggetti

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gabriele Bubola Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3944 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.