Skip to content

L'autonomia tra conviventi

Informazioni tesi

  Autore: Cristiano De Angelis
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Ubaldo Perfetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 319

In Italia la convivenza more uxorio rappresenta oggi un fenomeno sociale molto diffuso, che però risulta essere privo di una rilevanza giuridica diretta e sostanziale. Questa esigenza è ancor più sentita se paragonata ad altri paesi europei dove vi è già una regolamentazione anche per le coppie omosessuali.
Proprio per sopperire a questo vuoto normativo, la dottrina tradizionale ha ricostruito i rapporti patrimoniali tra conviventi attraverso alcuni istituti di diritto civile quali la donazione, l’obbligazione naturale e l’arricchimento senza causa, soprattutto per difendere il partner debole.
Nella prima parte di questo elaborato ho cercato di analizzare la convivenza attraverso un breve excursus storico (Capitolo 1.1), spesso in parallelo con i cambiamenti strutturali della famiglia e del matrimonio, per poi giungere alla tutela costituzionale della stessa come formazione sociale (Capitolo 1.2).
In seguito, ho passato in esame le più importanti norme codicistiche e speciali (Capitolo 1.3) che regolamentano alcuni limitati aspetti (ad esempio: assistenziali, previdenziali, anagrafici, etc.) della convivenza non “fondata sul matrimonio”. A conclusione di questa parte, ho raccolto i progetti ed i disegni di legge presentati in Parlamento dalla X alla XIV legislatura cercando di analizzarne i diversi contenuti.
La seconda parte è invece strutturata in modo tale da creare una sorta di antitesi tra il regime legale (Capitolo 2.1) ed il regime convenzionale (Capitolo 2.2). Tuttavia, la predetta contrapposizione non è poi così netta in quanto spesso la fonte legale si completa con quella autonoma così da creare un concorso tra fonti, che allo stato attuale potrebbe essere una delle possibili soluzioni interpretative.
Oltre alle diverse opinioni dottrinali, un contributo fondamentale è fornito anche dalla giurisprudenza che sebbene spesso con orientamenti contrastanti − tanto di legittimità che di merito − ha creato nel nostro ordinamento giuridico un vero e proprio case law tipico dei paesi anglo-sassoni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE Les concubines se passent de la loi et la loi se désintéresse d’eux 1 . Questa celebre affermazione di Napoleone Bonaparte, sebbene riferita alla Francia del XVIII� secolo, potrebbe riassumere sia la passata che l�attuale situazione italiana sulla convivenza fuori del matrimonio. E� invece a tutti noto che contrariamente alle unioni non coniugali, il matrimonio genera un vincolo giuridico, vale a dire d� origine ad obblighi ai quali non � possibile liberamente sottrarsi. Esso � inoltre caratterizzato da effetti tipici e non derogabili dalla volont� degli sposi, quali in primo luogo la presunzione di paternit� dei figli (artt. 231 ss. c.c.), la previsione di un regime patrimoniale legale (artt. 159 ss. c.c.) e di una disciplina per attuare o fare cessare gli effetti del vincolo (l. 1 dicembre 1970, n. 898) 2 . Tuttavia, � stato spesso denunciato � anche sulla scorta di dati statistici 3 � un graduale ed inarrestabile processo di disgregazione della famiglia legittima fondata sul matrimonio e, quindi, di un impianto normativo caratterizzato da obblighi e responsabilit� (artt. 143 e ss. c.c.), cui si contrappone un altrettanto incontenibile 1 Per tutti, RUBELLIN-DEVICHI, Les concubinages mise à jour, Parigi, 1994. 2 Sul punto, FERRANDO, Il matrimonio, in Trattato di diritto civile e commerciale, diretto da Cicu e Misseneo, continuato da Mengoni, Milano, 2002, pag. 185. 3 Soprattutto lo dimostrerebbero delle ricerche effettuate, alla fine degli anni �70 in Nord America ed Europa Occidentale, che evidenziano un trend di graduale abdicazione, da parte dello Stato, del suo ruolo di regolarizzazione del matrimonio: GLENDON, State, Law and Family Law in transition in the United States and Western Europe, New York, 1977. Per quanto concerne l�Italia: GALLUZZO, Trasformazioni demografiche e cambiamenti strutturali della famiglia in Italia, in Less. dir. fam., 2000, 2.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

convivenza more uxorio
contratto di convivenza
famiglie di fatto
autonomia tra conviventi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi