Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il nuovo sistema di giustizia arbitrale in materia di lavori pubblici

La tesi è incentrata sulla disamina del nuovo sistema di giustizia arbitrale alla luce delle recenti riforme come le Leggi Merloni e la L. 205/00 sul processo amministrativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Premessa-Cenni normativi L’articolato processo di riforma che ha interessato la disciplina dei lavori pubblici ha visto, fra l’altro, il sistema di giustizia arbitrale. Il testo originario della legge in materia di lavori pubblici 11 febbraio 1994 n. 109, nel vietare che la risoluzione delle controversie scaturenti dai contratti di appalto potesse essere demandata ad un collegio arbitrale, aveva sollevato una accesa diatriba tra coloro che sostenevano la scelta del legislatore e coloro che invece ritenevano indispensabile l’istituzione di un sistema di giustizia privata. La disputa si incentrava attorno ai pregi e difetti che un tale sistema avrebbe posto in rilievo. Da un lato si riteneva che il ricorso all’arbitrato avrebbe evidenziato fondate perplessità per l’eccessivo costo della procedura e per il rischio di una non effettiva imparzialità del giudizio, mentre, dal lato opposto, si evidenziava come il ricorso alla procedura avrebbe comportato enormi vantaggi in termini di rapidità della decisione, poiché rispetto ai lunghi tempi delle procedure giurisdizionali, una procedura arbitrale si

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Paolo Bonito Contatta »

Composta da 35 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 943 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.