Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli anni '57-'66 della produzione giovanile verghiana (da ''Amore e Patria''a ''Una peccatrice'')

L’intento della mia tesi è stato quello di illustrare il percorso degli studi di Giovanni Verga, i suoi primi tentativi di scrittura all’interno dell’ambiente catanese, il rapporto tra gli scritti giovanili e le opere più importanti e conosciute della maturità.
Emergono così, sin da subito, il temperamento dell’autore, la sua ideologia, la sua esperienza umana, le problematiche storiche, politiche e sociali della Sicilia di quegli anni. Colpiscono, in particolar modo, le analogie tra i personaggi dei romanzi giovanili come “Amore e Patria” o “I Carbonari della montagna” e quelli de “I Malavoglia”. Ho ritratto Giovanni Verga in una veste insolita, sperimentale, ovvero quella di scrittore d’un romanzo d’appendice, “Sulle lagune”, apparso in puntate, nel 1863, su una rivista .
L’ultimo capitolo della tesi è basato sull’analisi del romanzo “Una peccatrice”, pubblicato nel 1866, denso di spunti autobiografici e di riflessioni profonde sull’esistenza, sull’amore, sulla propria terra, che saranno da lui riprese e approfondite negli anni a seguire.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO PRIMO I romanzi catanesi «Amore e Patria» e «I Carbonari della montagna»: tra storia e immaginazione

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Rita Forlenza Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4631 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.