Skip to content

Relazioni sociali mediate dal computer: esaltazione ed emancipazione delle diversità nell'era della globalizzazione

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Tagliaferri
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Luciano Costa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 259

Un aspetto delle nuove tecnologie comunicative mi ha subito affascinato, quello delle nuove opportunità che internet ha offerto a me, come a milioni di persone nel mondo, di coltivare determinati interessi o di uscire da una sorta di isolamento che vedeva nelle barriere fisiche (distanza), socio-culturali (pregiudizio), economiche e di tempo, il limite più grande al poter vivere liberamente e “facilmente” determinati interessi o ben precisi modi d’essere. Nella categoria di “webcommunity” possono rientrare milioni di persone e di casi, ed il mio intento è proprio quello di fornire una panoramica generale del contesto sociale in Rete,cercando di esser chiaro nel sottolineare ciò che mi interessa: la possibilità offerta dal mezzo comunicativo del nuovo millennio (Internet) di far uscire dal ghetto tante persone; di livellare le opportunità; di espandere il concetto quantitativo di democrazia e di partecipazione; di permettere a milioni di cittadini di coltivare interessi al di là delle distanze e delle esclusioni.Fino a che, per caso, non mi sono imbattuto in un saggio sulla globalizzazione e la cultura scritto da Tomlinson, l’idea riguardo al titolo del mio lavoro era tutt’altro che definita… Il brano del saggio succitato recitava così:“[…]uno dei principali punti di forza dell’approccio di ROBERTSON è di fornire uno schema concettuale capace di preservare il senso decisivo della globalizzazione come condizione dell’interezza e della comprensività, e capace altresì di far fronte alle complessità empiriche di un mondo che sembra esibire al tempo stesso processi d’integrazione e differenziazione: il genere di mondo in cui la connettività tecnologica di Internet può essere usata- come dimostra l’attuale proliferazione di siti web settari- per affermare con forza le differenze etniche, religiose, culturali […] la connettività trasforma la concreta esperienza locale, ma mette altresì le persone di fronte ad un mondo in cui i loro destini costituiscono le parti interdipendenti di un’unica struttura globale […]”.Il mio intento primo è quello di dare una visione schematica ma ben particolareggiata del fenomeno delle Relazioni mediate dal computer, uno sguardo di sintesi, una panoramica d’insieme che, spaziando dall’ambito storico generale al contesto attuale, passi per un’analisi della socialità del mezzo telematico, per l’aspetto psicologico individuale e gruppale degli utenti, per l’approfondimento dei singoli mezzi o modalità comunicative che la Rete mette a disposizione di tutti (email, mailing list, newsgroup, newsletter, chatroom, icq, irc, mud, messenger etc), soffermandosi, inoltre, sugli aspetti innovativi quali lo stile comunicativo (written-speech), l’insieme delle regole di comportamento (netiquette), l’identità sessuale e l’affettività in rete (gender swapping), le psicopatologie mediate.òI due mondi, quello “virtuale” delle CMR (computer mediated relationship) e quello IRL (in real life) si mescolano e si compenetrano a vicenda, non essendo esclusivi nè dominanti. La visione del cyberspazio come realtà separata non ha più ragione di esistere, dimostrato da innumerevoli studi e decenni di esperienze personali sul campo.Una parte finale sarà dedicata nello specifico agli aspetti negativi che sono presenti e vivi nell’ambiente virtuale del cyberspazio, in particolare il terrorismo, i neoestremismi, la pornografia, la pedofilia.Dopo la parte teorica visualizzerò alcuni esempi di web-communities e di siti.Il termine più adatto che ho trovato ricercando materiale in rete e nella bibliografia e che ingloba più degli altri questo argomento in un’ottica “sintetica”, credo sia Computer-mediated communication (CMC), che abbiamo specificato in CMR, Computer-mediated Relationship, termine più centrato sulle relazioni interpersonali che non su tutta la comunicazione mediata dal computer .L’esempio più concreto della forte espansione di tale campo è la fiorente nascita e lo sviluppo di cyber- comunità che condividono idee e non solo, in uno spazio- non spazio.A dare concretezza seppur minima a tale esperienza ci sarà la mia esperienza personale non solo di utente ormai decennale del mondo virtuale e della Rete ma, soprattutto, di membro di comunità virtuali. Ecco appunto la giustificazione del titolo “CMR -relazioni sociali mediate dal computer: esaltazione ed emancipazione delle diversità nell’era della globalizzazione” ,in cui per “diversità” si intendono tutte le categorie possibili di persone-utenti che tramite la Rete o grazie ad essa coltivano un determinato interesse e fanno un uso specifico delle sue risorse per riorganizzarsi come gruppo o per uscire dal “ghetto” della esclusione, dovuta ai più svariati motivi: volontaria, coatta, sociale, economica, spaziale etc…

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA PREMESSA Il lavoro per la mia tesi di Laurea parte quasi all’improvviso da un interesse specifico, un aspetto delle nuove tecnologie comunicative che mi ha subito affascinato e che non è quello, solito, dell’utilizzo ludico della rete ma quello delle nuove opportunità che internet ha offerto a me, come a milioni di persone nel mondo, di coltivare determinati interessi o di uscire da una sorta di isolamento che vedeva nelle barriere fisiche (distanza), socio-culturali (pregiudizio), economiche e di tempo, il limite più grande al poter vivere liberamente e “facilmente” determinati interessi o ben precisi modi d’essere. È vero che nella categoria di “webcommunity” possono rientrare milioni di persone e di casi, ed il mio intento è proprio quello di fornire una panoramica generale del contesto sociale in Rete, non pretendendo di inserire nel discorso tutti e tutto, ma cercando di esser chiaro nel sottolineare ciò che mi interessa: la possibilità offerta dal mezzo comunicativo del nuovo millennio (Internet) di far uscire dal ghetto tante persone; di livellare le opportunità; di espandere il concetto quantitativo di democrazia e di partecipazione; di permettere a milioni di cittadini di coltivare interessi al di là delle distanze e delle esclusioni; il vecchio individuo massificato del Novecento, che si riappropria della sua particolarità a fine secolo trovandosi, però, solo e frammentato, e che grazie alle nuove tecnologie può, forse, trovare un equilibrio tra il sé e il mondo che lo contiene nel nuovo millennio… Fino a che, per caso, non mi sono imbattuto in un saggio sulla globalizzazione e la cultura scritto da Tomlinson, l’idea riguardo al titolo del mio lavoro era tutt’altro che definita…poi l’illuminazione e con l’aiuto del Prof. Costa (che ringrazio) siamo arrivati al dunque… Il brano del saggio succitato recitava così:

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi