Skip to content

Stephen Toulmin ''neo-umanista'': scienza, etica e retorica

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Moneti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Alessandro Pagnini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 138

Ricapitolando, il motivo che attraversa l'intera opera toulminiana è l'attacco ad una concezione esclusivamente formalistica della razionalità umana, che si estrinseca nell'ideale geometrico-deduttivo dell'argomentazione. Toulmin ne ravvisa le origini in Platone e il pieno splendore da Cartesio in poi – come risposta alla crisi sociale economica e religiosa del diciassettesimo secolo – passando per Russell, il Tracatus di Wittgenstein, gli empiristi logici e i loro epigoni al di qua e al di là dell'Atlantico.
Sempre, iniziando come filosofo della scienza e continuando come storico e sociologo della scienza, eticista e storico delle idee, Toulmin ha coerentemente avversato l'ideale "moderno" della formalizzazione incontrollata del pensiero; dapprima richiamandosi alla pluralità delle Lebensformen intuita da Wittgenstein, per poter meglio aderire alla sostanza metodologica delle scienze naturali, poi convincendosi che l'approccio rigoristico al reale non riesce a cogliere tutte le sfumature del reale stesso, e soprattutto non riesce a proporre piani d'azione efficaci per risolvere i dilemmi della vita quotidiana.
Ad una concezione astratta, decontestualizzata, metastorica della razionalità, indifferente alle vicissitudini dei concreti esseri umani, Toulmin perciò contrappone la phronesis di Aristotele, quella "ragionevolezza" pratica che storicamente si alterna alla tradizione tecnico-formalistica. Nella seconda metà del ventesimo secolo, a parere di Toulmin, la minaccia di una guerra nucleare, la tecnologia biomedica, il depauperamento delle risorse naturali e il crescente divario tra la parte ricca e quella povera del pianeta stanno determinando il recupero della filosofia pratica, un "neo-umanesimo" che si esprime attraverso stilemi retorici per veicolare credenze in maniera contestuale, che riabilita l'"etica dei casi" per prevenire l'avventatezza delle generalizzazioni etiche, che, infine, ritorna al locale e al temporale come dimensioni imprescindibili nella risoluzione dei problemi pratici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione Questo lavoro intende presentare, sia pure per sommi capi, la figura intellettuale di Stephen Toulmin, un filosofo appartenente a quella corrente di pensiero così prolifica e dominante nell'area anglo-tedesca del ventesimo secolo che va sotto il nome di "filosofia analitica". Gli "analisti" privilegiano un approccio "intralinguistico" alle tradizionali problematiche filosofiche, nel senso che secondo loro l'analisi del medium linguistico, delle sue caratteristiche, potenzialità, e limiti, rappresenta il criterio metodologico mediante il quale condurre le indagini nelle varie branche della filosofia, tra cui l'epistemologia e l'etica, alle quali questo lavoro è essenzialmente dedicato. Nelle pagine che seguiranno vedremo come le tesi portate avanti da Toulmin riprendano, sviluppino, applichino alla filosofia della scienza e della morale quelle che il grande filosofo austriaco Ludwig Wittgenstein si era "limitato" ad esporre "astrattamente" nelle sue Philosophische Untersuchungen. È per questo motivo che possiamo agevolmente inserire Toulmin nella schiera dei "filosofi del linguaggio ordinario", quella compagine le cui proposte filosofiche prendevano le mosse dalle intuizioni del cosiddetto "secondo Wittgenstein". La contestualizzazione dei "giochi linguistici" rispetto alle più svariate "forme di vita", la ripulsa dell'assunzione che c'è un unico linguaggio ideale significante e la correlata apertura pluralistica alla teoria del significato come uso, determinarono nel giovane Toulmin, frequentatore delle lezioni di Wittgenstein a Cambridge

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bioetica
etica
morale
retorica
ludwig wittgenstein
jurgen habermas
stephen toulmin
storia delle filosofia contemporanea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi