Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Quando l'acciaio è un affare di famiglia. Storia dei Falck

Storia della famiglia Falck e della società da essa guidata per cento anni. Tutta la vita della società viene analizzata facendo un parallelo con la situazione del settore siderurgico sia a livello nazionale che internazionale. Si tratta di quasi 170 anni di storia poiché il primo Falck venne invitato per una consulenza in Italia nel lontano 1833. Dalla scelta di Sesto San Giovanni come luogo ideale per lo sviluppo del complesso industriale, al suo progressivo abbandono per l'uscita dal mercato siderurgico e la nuova sfida nel campo energetico.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE. Quando parliamo della storia del capitalismo italiano, uno degli aspetti peculiari che lo differenziano da molte altre nazioni è il carattere dinastico della grande industria. Molte delle più grandi e famose società del nostro paese portano ancora il nome della famiglia che, per molte generazioni, ha esercitato il controllo e spesso la direzione stessa dell’attività. Fra queste vorremmo soffermare la nostra attenzione su una famiglia il cui nome e le cui origini non sono propriamente italiane, ma che ormai possono considerarsi a pieno titolo facenti parte del tessuto genetico della nostra economia. È dal 1833, infatti, che il nome dei Falck è conosciuto e apprezzato nel mondo industriale italiano, nonché in quelli politico e sociale. Fin da quando Giorgio Enrico Falck, figlio di un ufficiale napoleonico, fu chiamato in Italia per una semplice consulenza, l’apporto di questa dinastia alle conoscenze e allo spirito imprenditoriale italiano fu essenziale per lo crescita di un settore, quello siderurgico, che rappresenta uno dei cardini per lo sviluppo dell’intero apparato industriale di un paese. E questo apporto diviene ancora più brillante e apprezzabile, se si pensa che, anche nei momenti più difficili sia economicamente che politicamente, è stato uno dei pochi a distinguersi nel mare delle iniziative private e ad essere un valido concorrente dell’apparato parastatale. Scopo di questo lavoro è discutere l’operato di questa famiglia che, dopo essere riuscita a superare crisi economiche, guerre, e una non sempre leale concorrenza straniera, ancora oggi, dopo 170 anni, figura nel panorama industriale italiano. Tutto ebbe inizio, come già detto in precedenza, con l’arrivo in Italia dall’Alsazia del capostipite Georges Henri Falck, giovane ingegnere con buona reputazione. Le sue doti tecniche lo videro protagonista di importanti innovazioni e applicazioni di metodologie produttive conosciute all’estero, che aumentarono la propria fama e quella delle società dove operò. Suo figlio Henri (Enrico) Falck non mostrò questo spirito tenace, ma riuscì

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandro Esposito Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5659 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.