Skip to content

Interazione tra nanocristalli di silicio e ioni Er

Informazioni tesi

  Autore: Domenico Pacifici
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Fisica
  Relatore: Francesco Priolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 112

In questo lavoro di tesi è stata studiata l'interazione tra nanocristalli di silicio e ioni erbio immersi in una matrice di ossido di silicio.
Il silicio è un semiconduttore avente una banda energetica proibita di 1.1 eV, l'ossido di silicio è invece un materiale isolante con una banda Proibita di 8 eV.
I nanocristalli di silicio immersi in ossido di silicio si comportano come Buche di potenziale nelle quali è possibile osservare il confinamento dei portatori di carica (elettroni o lacune) all'interno di una regione di spazio a dimensionalità ridotta, un fenomeno squisitamente quantistico.
Infatti il confinamento dei portatori produce una quantizzazione dei livelli energetici sia in banda di conduzione sia in banda di valenza e l'energia necessaria a generare una coppia elettrone-lacuna cresce al diminuire delle dimensioni del sistema.
Pertanto, mentre il silicio cristallino mostra una banda di emissione nel vicino infrarosso, centrata attorno a 1.1 eV, i nanocristalli di silicio hanno uno spettro spostato verso energie maggiori e che può essere variato nell'intera regione del visibile (400-700 nm), semplicemente variandone le dimensioni.
Un altro effetto del confinamento quantico è il drastico aumento nella Probabilità di ricombinazione radiativa dell'eccitone. Infatti per la regola d'oro di Fermi tale probabilità è direttamente proporzionale al prodotto tra la densità degli stati finali e il modulo quadro dell'elemento di matrice dell'operatore momento di dipolo, preso tra gli stati iniziale e finale.
A causa della maggiore sovrapposizione spaziale delle funzioni d'onda dell'elettrone e della lacuna in seguito al confinamento, il modulo quadro dell'elemento di matrice dell'operatore momento di dipolo aumenta.
L'efficienza quantica per l'emissione di fotoni da parte di un nanocristallo Di silicio può essere ordini di grandezza maggiore di quella del silicio cristallino, il quale, come è noto, è un emettitore di luce poco efficiente a causa della sua banda proibita di tipo indiretto, che impone la Presenza di un fonone che assista la transizione radiativa, al fine di rispettare la conservazione del momento cristallino. Inoltre, all'interno di una matrice di ossido di silicio si ottiene un'ottima passivazione dei legami superficiali del nanocristallo di silicio e pertanto si riducono i processi di ricombinazione non radiativa che sono deleteri per l'efficienza del sistema.
L'erbio ha una struttura elettronica costituita da un core di [Xe] e da orbitali esterni 4f(11)5d(1)6s(2). La shell 4f risulta pertanto protetta dall'intorno cristallino in cui l'erbio stesso si trova immerso.
Quindi le transizioni ottiche dell'erbio hanno tutte le caratteristiche delle transizioni atomiche. In generale l'erbio tende ad assumere uno stato di carica 3+ all'interno della matrice che lo ospita, rimanendo con 11 elettroni nella shell 4f. I livelli energetici, che si ricavano nell'approssimazione di Russel-Saunders, hanno tutti la stessa parità. Pertanto nello ione isolato le transizioni radiative tra questi livelli sono proibite dalla regola di selezione dell'operatore di dipolo elettrico. Tuttavia la presenza di un campo cristallino produce, per effetto Stark, un parziale mescolamento degli stati, rendendo così possibili le Transizioni tra i vari livelli.
Di particolare interesse è la transizione tra il primo livello eccitato 4I13/2 e quello fondamentale 4I15/2, che da' luogo all'emissione di un fotone con lunghezza d'onda di 1.54 /mu m, per la quale le fibre ottiche hanno un assorbimento minimo.
L'intensità di fotoluminescenza dovuta all'erbio in presenza dei nanocristalli è circa due ordini di grandezza maggiore rispetto a quella dovuta all'erbio in ossido di silicio, a parità di concentrazione di erbio e di potenza d'eccitazione. Ciò significa che i nanocristalli giocano un ruolo importante nel processo d'eccitazione dell'erbio.
Ed infatti per l'erbio in ossido di silicio, l'andamento dell'intensità della riga a 1.54 /mu m in funzione della lunghezza d'onda d'eccitazione mostra dei massimi in corrispondenza delle energie dei livelli dello ione erbio, mentre per l'erbio in presenza dei nanocristalli di silicio tale intensità ha un andamento monotono crescente al diminuire della lunghezza d'onda d'eccitazione, del tutto analogo a quello del segnale centrato attorno a 0.85 /mu m dovuto ai soli nanocristalli. Ciò dimostra che il processo d'eccitazione degli ioni erbio in presenza dei nanocristalli è mediato da essi. Inoltre si nota che la sezione d'urto per ’eccitazione dell'erbio attraverso i nanocristalli è vari ordini di grandezza maggiore rispetto a quella per assorbimento diretto di un fotone.
Nelle conclusioni verrà proposta una possibile applicazione del sistema studiato nel campo degli amplificatori ottici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
                       !        "  #      #    $  % # &   '%           !   %"   (     !  !    # '   (       ! !  )  "           !&  %   ( !        *  + '     % ( #  $  " $       %%%     !  %   !  %  '           " ,#       !     $#      #    &        & (  

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amplificatori ottici
confinamento quantico
erbio
fenomeni non radiativi
microelettronica
nanocristalli
optoelettronica
sezione d'urto
silicio
fisica dei semiconduttori

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi