Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Indice e lessico parmenideo

Un lessico parmenideo non esiste e neppure esiste, in senso proprio, un indice.
L’indice inserito in “DIELS – KRANS, FRAGMENTE DER VORSOKRATIKER, BERLIN 1956” non si riferisce al solo Parmenide e non è neppure completo.
Postami dinanzi al compito di redigere un lessico, ho pensato fosse preliminarmente utile redigere un indice completo, preciso anche per quel che riguarda la flessione delle parti variabili del discorso.
Poiché l’indice da me compilato può costituire un’acquisizione definitiva per il testo parmenideo, ho ritenuto opportuno separare l’indice dal lessico.
Quanto al lessico, ho creduto doveroso non solo di registrare i significati dei vocaboli, ma anche di discuterli, dove fosse necessario, per determinare il significato più preciso e aderente al pensiero del filosofo poeta.
Qui il lavoro è apparso subito difficile, perché il linguaggio della filosofia, e per di più all’alba della filosofia, è più difficile del linguaggio della prosa narrativa e persino di quello della poesia: gran parte delle parole, pur desunte dalla lingua comune o dall’epica, al di là del significato usuale o tradizionale, hanno un secondo significato specifico.
In secondo luogo, il testo parmenideo è giunto a noi nella trascrizione dei filosofi e non dei filologi, una trascrizione che è interpretativa, se non addirittura polemica.
E’ anche lo studio del testo è stato quasi esclusivamente lavoro dei filosofi, più rispettosi di solito del proprio pensiero che delle parole altrui: da qui interpretazioni, qualche volta trascrizioni delle parole, contrastanti o almeno assai diverse in rapporto alle singole ideologie : quindi un’interpretazione materialista ed una idealista, una positivista ed una spiritualistica, quindi infinite colorazioni e diverse sfumature di significati.
Si potrebbe dire che il testo, lacunoso ed anche perciò non sempre chiaro diventa dopo averlo studiato, più enigmatico ed oscuro.
Naturalmente non ho preteso di sedermi arbitra tra contendenti illustri e quindi mi sono limitata a registrare le diverse interpretazioni, manifestando la mia propensione per l’una o l’altra di esse, arrischiandomi talvolta in timide proposte controllate ed ovvie, soprattutto quando mi sembrava si volesse negare a Parmenide il diritto di mutuare dal linguaggio poetico tradizionale formule ed epiteti, senza doverli caricar di misteriosi significati.
Con ciò non voglio affermare che il lavorio dei filosofi sia stato inutile e dannoso: ci sono parole chiave, che possono essere comprese appieno solo dai filosofi.
Voglio solo affermare che come non si può, in nome della poesia, scacciare la filosofia, così non si deve, in nome di questa, rinnegare del tutto il diritto di quella ad un linguaggio fantasioso ed ingannevole.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Un lessico Parmenideo non esiste e neppure esiste, in senso proprio, un indice: l’indice inserito in “Diels-Kranz, Fragmente der Vorsokratiker, 8^ ed., Berlin 1956” non si riferisce al solo Parmenide e non è neppure completo. Postami dinanzi al compito di redigere un lessico, ho pensato fosse preliminarmente utile redigere un indice completo, preciso anche per quel che riguarda la flessione delle parti variabili del discorso. Poiché l’indice, anche fatto da me, se compilato con assoluta diligenza, può costituire una acquisizione definitiva per il testo permenideo, ho creduto opportuno separae l’indice dal lessico. Quanto al lessico mi son fatta un dovere non solo di registrare i significati dei vocaboli quali risultano dalle varie traduzioni e interpretazioni, ma anche di discuterli, ove

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Dina Maria Teresa Soggiu Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1350 click dal 14/01/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.