Skip to content

Multimedia Wireless Systems

Informazioni tesi

  Autore: Mirko Ferracioli
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Ingegneria Elettronica ed Informatica
Anno: 2001
Docente/Relatore: Oreste Andrisano
Correlatore: RobertoVerdone
Istituito da: Università degli Studi di Bologna
Dipartimento: DEIS - CSITE/CNR
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 129

In the last years, the market of Mobile Telecommunications has known an unexpected growth, in particular with the Global System for Mobile communication (GSM), which, starting in Europe, has been acquired all over the world. The increasing demand of mobile services, starting from the traditional voice up to data, images and others, induces the evolution of systems such as GSM, that is defined as a Second Generation (2G) system; in this context, for instance, the GPRS (General Packet Radio Service) allows the introduction of the Packet Switching network in the GSM system. This evolution, named Second Plus (2+), is not enough to satisfy the market demand. Thus, some wideband solutions are going to be adopted in the next years in the world.
The ITU has named its proposal IMT2000, but in the world there are many proposals; in Europe, for instance, ETSI (the European Telecommunication Standard Institute) is standardizing the Universal Mobile Telecommunications System (UMTS). The objective of a Multimedia Wireless System is to provide a radio access to services, which should be comparable, in terms of quality, to those currently offered by the fixed infrastructure, and possibly better than those offered by the 2G systems; the result should be a seamless convergence of both fixed and mobile services. This network will supply different kind of services to the users (through virtual channels denoted by the term bearers), where each user can have active simultaneously one or more bearers. It has to support both circuitand packet switching, Real Time and Non-Real Time Traffic, with different characteristics, i.e.
Quality of Service (QoS), maximum Delay Constraint on the delivery, Constant and Variable Bit Rate (CBR and VBR, rispectively), speed of the Mobile Terminal (MT) up to 500 Km/h With Kbit/s and Mbit/s for quasi-stationary users (e.g. indoor); moreover it has to guarantee the mobility of the users, supplying Seamless Service, and the security of communications. Finally, it has to increase the capacity when compared to First (1G) and Second Generation. This variety of possibilities is defined Multimedia Services. In this context, many problems have to be solved. One of these is the Radio Resource Management (RRM); it can be treated at two levels the microscopic level, in which the data transmission through the common radio resource is concerned; at this level the system performance basically depends on the random distribution and motion, in a given environment, of the traffic sources (MTs) in the cell area, which cause different channel behavior experienced by the users, and the time-dependent activity of the bearers, which can request access to the radio resource in a random way; the macroscopic level, in which the management of the overall multi-cell system is concerned; at this level, due to the user mobility, a mechanism named “handover” (described below) is needed to maintain the continuity of connections, allowing a given QoS; then, the impact of the handover policies on the network design (from several point of views) is addressed since it can be a critical issue for the third generation multimedia systems. In this thesis both levels are examined; in this chapter we will briefly give a more detailed description of both aspects and the corresponding targets of the present work.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1.1 Third Generation Cellular Networks 5 -100 -95 -90 -85 -80 -75 -70 -65 -60 -55 7000 7200 7400 7600 7800 8000 8200 8400 8600 8800 9000 G [ d B ] Time Slots user 0 user 1 user 2 Figure 1.2: Some examples of gain pro les of channels with multipath fading, for different users (6 Hz Doppler Band). -120 -110 -100 -90 -80 -70 -60 0 200 400 600 800 1000 1200 1400 G [ d B ] Time Slots 20 Hz 6 Hz 2 Hz Figure 1.3: Some gain pro les of channels with multipath fading, with 2, 6 and 20 Hz Doppler Band. affects the propagation behavior for each connection and, as a result, the power received at the BS. Therefore, since the MT changes its position during the connection, the serving BS could vary with the time; in fact, if the trajectory of the MT crosses one or more cells (in the electromagnetic sense), i.e. it is not restricted inside one only cell, the radio control has to pass from a BS to an other one. Then, a mechanism (named Handover) to maintain the continuity of connections with a given QoS, is needed; this procedure requires the coordination of the BSs involved to allow Seamless Service. Besides, the users are scattered all over the service area and access the network in a random manner; their spatial distribution is also random and can affect the system performance if the service area has not a homogeneous load. To optimally serve different mobility patterns, multiple-cell-layer architectures are taken into account, as picturesquely shown in Fig. 1.5. In this context, larger cells (e.g. macro- cells) serve faster low density traf c (for instance, voice users, traveling by train, in suburban scenario), whereas smaller cells (e.g. pico-cells) serve quasi-stationary high density traf c (for instance, data users, working at of ce, in urban scenario). The Handover mechanism consist of two sub-procedures [20, 21], as follows. Using UMTS terminology, Fig. 1.6 shows this concept in a a simple one-dimensional scenario. A change of connection control is executed in the access part of the Network at the ra-

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

atm
cellular
channel adaptive scheduling
handover
mobility
partitioning
radio resource management
rerouting
teletraffic
topology

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi