Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Variabilità e differenziazione genetica nella specie antartica Gomphiocephalus hodgsoni (Hexapoda, Collembola, Hypogastruridae)

Nel Continente antartico le condizioni climatiche estremamente rigide e soprattutto l'assenza quasi permanente di acqua in forma liquida, pongono grossi ostacoli allo sviluppo degli ecosistemi terrestri. Tuttavia alcune specie di insetti riescono a colonizzare questo ambiente ostile, in cui si realizza frequentemente un isolamento geografico fra le popolazioni. Queste condizioni rappresentano un sistema ideale per lo studio degli effetti dell'ambiente sulla struttura genetica della specie. Attraverso un approccio molecolare basato sul confronto di sequenze di DNA in individui di diverse popolazioni si è misurata l'entità della differenziazione e della variabilità genetica nella specie Gomphiocephalus Hodgsoni, un insetto appartenente all'ordine dei collemboli. i risultati ottenuti suggeriscono che le popolazioni risultano effettivamente isolate anche su brevissime distanze geografiche ed i livelli di flusso genico osservati sono estremamente limitati. Tali condozioni potrebbero costituire il background per ulteriori processi di speciazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAP 1 � INTRODUZIONE Il fine di tutto il nostro esplorare sar tornare al punto da cui eravamo partiti e conoscere il luogo per la prima volta T.S.ELIOT, 1942 La capacit� di adattamento di alcuni organismi a condizioni ambientali estreme � talvolta sorprendente. Basti pensare ad esempio ai batteri termofili delle sorgenti solfuree sottomarine che vivono a temperature straordinariamente elevate, oppure, in materia di ecosistemi antartici, a quelli che vivono in prossimit� delle fumarole vulcaniche. A dispetto della loro apparente semplicit� strutturale, anche gli organismi che compongono la microfauna edafica mettono in atto strategie di sopravvivenza estremamente efficaci in condizioni ambientali avverse. In determinati habitats, come l'ambiente desertico o polare, apparentemente inadatti ad ospitare forme di vita, sarebbe istintivo supporre che non possano coesistervi le miriadi di specie che sono invece ospitate in ambienti accoglienti come quelli tropicali, dove per l'abbondanza di nicchie ecologiche colonizzabili la competizione tra specie potrebbe essere meno "agguerrita". In generale, infatti, le popolazioni tendono ad incrementare demograficamente con l�aumentare della latitudine mentre la loro variabilit�, in termini di numero di specie, decresce. Conseguentemente, anche la fauna antartica presenta livelli di biodiversit� estremamente ridotti, ma l�abbondanza degli individui di una specie � spesso considerevole. Il tema di questa tesi � uno studio sulla struttura genetica delle popolazioni del collembolo Gomphiocephalus hodgsoni Carpenter 1908, (Hexapoda, Collembola, Hypogastruridae), una delle circa 25 specie di collemboli che popolano il continente

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Lorenzo Cateni Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2385 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.