Skip to content

Le economie di transizione nel passaggio da piano a mercato: il caso della Romania

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Loi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Paolo Piacentini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 127

La tesi ha cercato di analizzare il fenomeno della transizione nell’Europa centro orientale.
Il lavoro, analizza in maniera dettagliata la situazione della Romania, senza tralasciare le implicazioni internazionali che influiscono direttamente sull’economia romena.
Per questo motivo, la prima parte si sviluppa in un’analisi dell’area europea centro orientale, dove vengono prese in considerazione, non solo le economie più prossime a quella romena, come Polonia, Ungheria, Repubblica ceca e Slovacca, e Bulgaria, ma anche, seppure in maniera minore, l’Albania, i paesi dell’ex Unione Sovietica e della ex Jugoslavia.
Come punto di partenza l’analisi affronta i problemi tipici del sistema pianificato e ne individua gli errori strutturali che, col tempo, hanno portato al collasso del sistema.
Di seguito, i problemi interni vengono esaminati attraverso una lettura della situazione internazionale, che ha contribuito ad accelerare enormemente il processo di trasformazione. Assunto come dato di fatto il carattere univoco nella scelta verso un sistema di mercato, cercato da tutti i paesi all’uscita dall'economia di piano, le possibili vie di analisi si concentrano verso l’individuazione dei metodi per la realizzazione di un’economia di tal tipo. A questo punto, vengono tralasciate le teorie generali sulla convergenza dei sistemi e sulla possibilità di creare un socialismo di mercato. Si è scelto, di conseguenza un percorso che potesse permettere l’individuazione di fenomeni reali, che potessero spiegare in maniera lineare le dinamiche insite nella transizione.
Per la formalizzazione del fenomeno della transizione, ho utilizzato un modello tratto dalla fisica, capace di porre in relazione le interazioni microscopiche (microeconomiche) con quelle macroscopiche (macroeconomiche)
L’uso del modello di Ising, ha permesso la formalizzare la transizione e attraverso la simulazione tipica del modello, sono emerse le interazioni microscopiche e macroscopiche tipiche del fenomeno della transizione. Allo stesso tempo, il modello ha permesso la determinazioni di più fasi all’interno della transizione: una fase pretransitoria, una prima fase della transizione (per la Romania, questa prima fase è stata vissuta con un ritardo temporale rispetto ad altri paesi dell’area e non è esistita una fase preliminare alla transizione, che abbia permesso una pur minima preparazione al mercato).
La seconda fase coincide con un periodo di assestamento di tutti i parametri sia micro che macroeconomici.
Questa fase, rappresenta il momento cruciale per gli esiti della fase successiva. In questa fase si definisce il raggiungimento di un valore critico di agenti attivi, che sarà determinante nella fase successiva, dove si determina il successo o l’insuccesso della transizione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione La definizione del problema Il fenomeno della transizione ha caratterizzato l�economia di un gran numero di paesi europei. Il passaggio da piano a mercato, costituisce un�interazione di fenomeni che trascendono i limiti stessi dell�economia. Il fenomeno riguarda elementi storici, culturali e sociali che si intersecano ed interagiscono a formare un processo dinamico, spesso di difficile composizione. L�interesse per l�evoluzione del sistema pianificato e i motivi che hanno portato i vari paesi a scegliere un sistema di mercato, mi hanno spinto all�elaborazione di questo lavoro, col fine di dare una spiegazione ai vari fenomeni che caratterizzano la transizione. Il concetto stesso di transizione va approfondito; il porre l�accento sul punto di arrivo, come l�idea stessa di transizione presume, rende scontata l�esistenza di una fine predeterminata. In determinati casi sarebbe invece necessario parlare di trasformazione. Si parla comunque di transizione perch� la fine del sistema pianificato, che ha comportato anche l�abbandono dell�idea di socialismo di mercato, � stata accompagnata da una decisione univoca di tutti i paesi nell�attuare una convergenza decisa verso l�economia di mercato, tesa ad emulare il modello occidentale. Tra il punto di inizio e il punto di arrivo esiste per� un lasso di tempo non definito, dove si susseguono una serie di cambiamenti che rendono il processo difficile da determinare nella sua interezza. Questo punto di mezzo, racchiude il concetto di trasformazione, un fenomeno evolutivo che dall�economia si trasmette alla politica e alla societ�. Le vie di analisi La determinazione di caratteri definiti, capaci di spiegare la transizione come fenomeno dotato di proprie peculiarit�, non � stata semplice, per via della natura precaria e mutevole della transizione. Il problema riguarda sia l�analisi del particolare (il caso della Romania), sia l�analisi del generale, che coinvolge tutta l�area europea centro orientale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunismo
romania
unione sovietica
sviluppo economico
economia di mercato
economia pianificata
economia della romania
nicolae ceausescu
economie in transizione
economia socialista
modello di ising

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi