Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le tecnopoli in Giappone

Lo sviluppo del progetto tecnopoli dal 1983 ad oggi.
In particolare la creazione di poli dell'alta tecnologia in prefetture periferiche per favorire lo sviluppo industriale di queste aree e per incrementare l'impegno nelle attività di ricerca e sviluppo.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE In un mondo sempre più globalizzato e multimediale, l'alta tecnologia ha assunto un ruolo di primo piano per lo sviluppo economico dei Paesi industrializzati. In particolare il Giappone, negli ultimi tre decenni, ha raggiunto risultati sorprendenti in questo settore entrando, così, nella rosa dei principali Paesi esportatori di prodotti tecnologicamente all'avanguardia. A sostegno dell'alta tecnologia, il Ministero dell'Industria e del Commercio Internazionale nipponico (MITI, di recente ribattezzato METI) negli anni '80 ha elaborato un ambizioso programma a lungo termine, il Progetto Tecnopoli, che ha portato alla realizzazione di 26 poli tecnologici dotati delle strutture e dei servizi atti a realizzare un'integrazione tra le attività di ricerca, di sperimentazione e produzione di beni a tecnologia avanzata.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandra Guaglianone Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2265 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.