Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La narrativa di James Cain

La tesi analizza l'inquadramento della figura dello scrittore americano James Cain nella cosidetta ''Hard Boiled School'', evidenziando le caratterisctiche narrative di questo autore attarverso l'analisi degli 8 romanzi più rappresentativi della sua vena poliziesca. Nella tesi si fa anche riferimento al particolare stile di Cain (che fu anche sceneggiatore) che permise la trasposizione filmica di molte delle sue opere. La tesi è stata discussa il 17 aprile 2000.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1.INTRODUZIONE James Mallahan Cain é sicuramente una figura particolare della storia letteraria americana. Giornalista, editorialista, scenografo, romanziere, autore di racconti: la sua carriera letteraria comincia nel 1918 al Baltimore American, e si estende lungo tutto l’arco della sua vita. Nel 1976, all’età di 84 anni, stava ancora scrivendo un romanzo, The Cocktail Waitress 1 : James Mallahan Cain morirà l’anno seguente. Autore di ben 18 romanzi, deve la sua popolarità soprattutto al primo di essi, The Postman Always Rings Twice; contemporaneo (e da alcuni considerato maestro) di Dashiell Hammett e Raymond Chandler, non ha goduto né in vita né post mortem della fama che circonda gli altri due. Le storie letterarie americane non gli dedicano che poche righe, e lo stesso si può dire di quelle europee, fatto ancora più strano se si pensa alle moltissime traduzioni di gran parte delle sue opere che si posso trovare nelle varie biblioteche del vecchio continente. È curioso notare, poi, come il titolo del suo primo romanzo, The Postman Always Rings Twice, che fu ed è un grande successo letterario, venga tuttora usato come frase spiritosa anche da chi non ha mai letto il libro, grazie anche alla popolarità raggiunta dall’omonimo film del 1981 con Jessica Lange e Jack Nicholson. Sarebbe interessante scoprire dove si nascondono gli appassionati dei romanzi di Cain che cita Roberto Birindelli in un breve saggio del 1985 2 : mi ha incuriosito la fonte delle sue osservazioni, che è quasi certamente di origine empirica. Le sue affermazioni mi 1 L’opera, a tutt’oggi, non è ancora stata pubblicata. A tale proposito si vedano Hoopes, Roy, Cain: The Biography of James M. Cain, Carbondale (Illinois), Southern Illinois University Press, 1987, pp.537- 39; Guérif, François, James M. Cain. Biographie, Paris, Nouvelles Editions Séguier, 1992, pp.241-42. 2 “Provate a comperare uno qualsiasi dei suoi romanzi (ne troverete sempre qualcuno in un’edicola di stazione), a salire su un treno e a mettervi a leggere il vostro recente acquisto in uno scompartimento affollato: scommettiamo che troverete qualcuno (non il pendolare assonnato che tiene Stadio ripiegato come un etto di mortadella in una tasca del pastrano, ma uno studente universitario o qualche altra persona che ha del tempo per letture non consumistiche) che vi dirà: «Ah, Cain! Io ho letto tutto di

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Emanuela Anna Villa Contatta »

Composta da 225 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2197 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.