Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione spazio temporale della copertura vegetale attraverso tecniche di telerilevamento satellitare

L’attualità del problema ambientale, oggi universalmente riconosciuta, polarizza l’attenzione dei governi e dell’opinione pubblica in maniera sempre crescente; una corretta gestione del territorio richiede la conoscenza e l’osservazione sistematica delle dinamiche ambientali e del loro rapido sviluppo.
La disciplina che oggi è in grado di monitorare efficacemente nel tempo la dimensione e l’evoluzione di queste dinamiche è il telerilevamento.
La vegetazione, nell’ambito degli studi del territorio, è un indicatore delle condizioni di tutto l’ecosistema, dallo stress ambientale alle sue evoluzioni locali regionali e globali.
Le condizioni della vegetazione e la sua evoluzione nel tempo e nello spazio risultano strettamente legate ad eventi idrologici estremi, sia siccitosi che alluvionali.
Obbiettivo del lavoro di tesi è uno studio dell’evoluzione della vegetazione sulla provincia di Cosenza attraverso l’uso di immagini satellitari. A questo scopo è stato selezionato un set di dati di un anno da cui sono stati estratti alcuni indici di vegetazione.
Sull’area di studio scelta, storicamente segnata da eventi idrologici estremi e dunque ad elevato rischio ambientale come tutto il territorio regionale, sono state selezionate delle sezioni trasversali sulle quali sono state effettuate indagini approfondite: confronti tra diversi indici di vegetazione per investigare le relazioni tra usi del suolo e dati telerilevati; analisi di dati provenienti da sensori differenti – sia per risoluzione geometrica che radiometrica- e verifica di un comune andamento dell’informazione; studi stagionali sull’evoluzione della vegetazione.
A scala più piccola e con un’immagine più dettagliata (bacino torrente Turbolo) è stata verificata l’informazione satellitare con misure di campo e foto-interpretazione, verificando le correlazioni tra indici di vegetazione e usi del suolo e, pertanto, investigando la possibilità di utilizzare direttamente i dati satellitari come parametri idrologici.
Nello presente lavoro le fasi di gestione dell’immagine satellitare sono state attentamente implementate e controllate al fine di ottenere un set annuale di coperture di vegetazione mensili attendibili della provincia di Cosenza, oltre che sperimentare e testare tecniche di analisi per confronti spaziali e temporali sugli indici di vegetazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
“Astronautica ad pacem hominumque progressum” INTRODUZIONE L’attualità del problema ambientale, oggi universalmente riconosciuta, polarizza l’attenzione dei governi e dell’opinione pubblica in maniera sempre crescente. L’estensione del problema è oggi ben più ampia che in passato, sia in termini spaziali che temporali. Alcuni effetti ambientali, infatti, non sono localizzati vicino all'origine delle emissioni, ma assumono aspetti regionali o addirittura globali; i fenomeni ambientali inoltre si sono fortemente accelerati con conseguenze spesso rilevabili solo dalle generazioni future. Una corretta gestione del territorio richiede dunque la conoscenza e l’osservazione sistematica delle dinamiche ambientali e del loro rapido sviluppo. La disciplina in grado di monitorare efficacemente nel tempo la dimensione e l’evoluzione di queste dinamiche è oggi il telerilevamento. Tale tecnica, infatti, non rappresenta semplicemente un contributo aggiuntivo a metodologie di indagine in situ di per sé esaustive, ma si inserisce nello scenario della pianificazione territoriale e nella gestione delle risorse

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Chiara Giannico Contatta »

Composta da 253 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2088 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.