Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le manifestazioni del potere nella drammaturgia gotica, 1768-1836

La costante presenza della tematica del potere nella drammaturgia gotica rivela il ruolo sociale che questa ricopriva nel portare alla luce le strategie del potere interne alla società dell'epoca. Il paradossale movimento di sovversione/conservazione che Michel Foucault individua nel potere si traduce all'interno del dramma gotico in una duplice spinta verso il rilascio/contenimento delle tensioni sociali. Inoltre, analizzando le più evidenti manifestazioni del potere - politica, religione, soprannaturale, sistema patriarcale - risulta che su tale paradosso si basa la struttura stessa delle opere drammatiche gotiche.

Mostra/Nascondi contenuto.
Le manifestazioni del potere nella drammaturgia Gotica, 1768-1836 Il teatro inglese tra la seconda metà del Settecento e i primi decenni dell’Ottocento ha sempre ricevuto scarsa attenzione da parte della critica, poiché, apparentemente, non ha saputo produrre opere di grande valore letterario. E’ andata così diffondendosi l’opinione che la drammaturgia, in quell’epoca, abbia attraversato una fase di declino dal punto di vista letterario, e che, pertanto, non meriti particolare attenzione. Da un esame approfondito del contesto culturale e sociale del XVIII e XIX secolo, emerge chiaramente come questa convinzione abbia contribuito in maniera decisiva ad offuscare la reale situazione dell’attività teatrale di quel periodo, che non era certo avviata al declino. Anzi, si può addirittura affermare che il teatro stava conoscendo proprio in quegli anni un’espansione, sia sul fronte della costruzione di nuovi edifici, che su quello della sperimentazione di nuovi generi. Inoltre, esso ricopriva nella vita e nella cultura del periodo una posizione d’assoluta centralità, tant’è che nella sua storia si può vedere riflessa quella della società che lo produsse. In considerazione di tali fattori si è verificata in tempi relativamente recenti un’inversione di tendenza da parte della critica, che ha iniziato a rivalutare i prodotti di un’attività drammatica intensa. In particolare, tale rinnovato interesse ha consentito il recupero del dramma Gotico, un genere che negli anni Novanta del Settecento aveva incontrato un gran successo di pubblico. Di particolare interesse è il legame tra

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Miriam Bionda Contatta »

Composta da 204 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1524 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.