Skip to content

Vita reale e vita televisiva: ''La vita in diretta''

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Spicuglia
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Enrico Menduni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

La contaminazione di generi è il carattere principale della fase che la televisione sta vivendo. I bordi e le cornici cadono, non esiste più una netta distinzione tra immaginario televisivo e realtà e tutto è inglobato in un unicum in cui convivono azioni e vissuto quotidiano e i programmi. Lo statuto stesso di realtà ne esce ridimensionato: “un sistema ormai maturo e pienamente legittimato, infatti, si sente autorizzato a creare le situazioni in cui possono avvenire le vicende che gli interessano, un po’ come uno scienziato prepara in laboratorio le condizioni in cui può verificarsi l’esperimento che gli interessa”. E' una realtà che può essere vera, simulata o addirittura creata per l’occasione a patto che sia conforme ai canoni della semplicità, della leggerezza e del coinvolgimento emotivo, dato che l’obiettivo primario del mezzo è l’intrattenimento. La tendenza investe non solo il reality show, esempio più calzante per spiegare le dinamiche in questione, ma un po’ tutti gli altri generi televisivi.

Il lavoro “Vita reale e vita televisiva: La vita in diretta” indaga proprio su questa linea di frontiera prendendo in considerazione il programma di punta del pomeriggio di Rai Uno, “La vita in diretta”, capace di utilizzare contenuti informativi canonici insieme a temi decisamente nuovi. La trasmissione condotta da Michele Cucuzza è un caso significativo di programma che mette la televisione al centro: in quest’ottica, intrattenimento e informazione sono puri artifici per mettere insieme frammenti di vita televisiva. Dall’analisi emerge in modo chiaro un orizzonte che potrebbe influenzare presto l’informazione e il giornalismo tradizionali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Carmen Di Pietro è una soubrette dall’incerta fortuna, Giuseppe un anonimo quarantenne, famoso per essersela sposata e Alessandro, detto Bubu, il figlioletto di un anno dei due. Ad ottobre 2002 il terzetto comincia ad attirare l’attenzione dei media: Giuseppe ha deciso improvvisamente di non far più vedere il figlio a Carmen, accusandola di non essere una buona madre a causa del suo lavoro, la coppia “scoppia” e decide di andare in tribunale dove i due si sfogano lanciandosi frecciate e reciproci sospetti. Storia di una normale separazione? Non proprio, perché tutto questo avviene a puntate davanti alle telecamere de La vita in diretta, il programma di Rai Uno, condotto da Michele Cucuzza. I telespettatori seguono l’evoluzione della vicenda, infarcita di colpi di scena, di cenette riparatrici a lume di candela, di furibonde contese documentate dalle telecamere e condite dagli interventi finto – spontanei, rigorosamente in diretta, degli interessati. Potremmo dire di essere di fronte a nuove situazioni rappresentate dalla televisione; siamo però sicuri che ciò che viene messo in scena sia realtà o piuttosto una sua copia, il prodotto finale di processi finzionanti? La domanda è legittima specie nel contesto attuale, in cui lo statuto stesso di realtà è diventato incerto, sotto la spinta di nuovi linguaggi ed esigenze narrative. Quello che cambia è soprattutto il rapporto tra televisione e mondo, due ambiti che tendono sempre più a sovrapporsi. In questo lavoro, cercherò di delineare gli aspetti dei processi in atto e di capire come il modello dominante della reality television, esemplificata dal reality show, sia destinato a produrre delle trasformazioni significative in tutti gli altri generi televisivi. Nella prima parte “Realtà, un’idea in movimento” mi soffermerò sull’evoluzione del concetto di realtà, considerando il passaggio dall’immaginario televisivo ad una TV che perde i bordi e le cornici e dà così rilevanza alla cosiddetta realicità. Siamo in presenza di una televisione che fuoriesce dallo schermo e vi rientra dopo essersi “appropriata” della vita reale ed aver acquisito la legittimità a ridefinirla, secondo precise logiche ed esigenze legate al mezzo. (Capitolo 1) Analizzerò poi le dinamiche e i linguaggi del reality show che tende sempre più a diventare un super genere, capace di inglobare un po’ tutto. Al centro del ragionamento, la comparsa di uno spettatore attivo, che riveste un ruolo pienamente riconosciuto all’interno del discorso, la predominanza dell’intrattenimento e di un livello alto di coinvolgimento emotivo e infine il ricorso ad una vera e propria formattizzazione della vita, materia grezza per la costruzione e l’ideazione di nuovi programmi. Gran parte di questi ruota intorno agli elementi descritti, mentre altri ne vengono comunque influenzati. (Capitolo 2)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

informazione
infotainment
televisione
reality show
giornalismo televisivo
programmi televisivi
michele cucuzza
la vita in diretta

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi