Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Pubblico Ministero nel diritto francese dell'Ottocento (1808-1882)

Ripercorrendo, prima in modo essenziale, le tappe evolutive dell'istituzione del Pubblico Ministero ed offrendone, poi, una visione sistematica, si è cercato, attraverso l'analisi di un cospicuo numero di sentenze emesse dalla Suprema Corte parigina, di definire quali siano stati il ruolo, le competenze e le funzioni esercitati, in concreto, dal Ministère Public alla luce della disciplina prevista dal Code d'Instruction Criminelle del 1808.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Premessa La quantità di studi dedicata al Diritto Penale, nel panorama bibliografico francese del XIX e XX secolo, è certamente elevatissima. La specifica istituzione del Ministère Public, tuttavia, sembra presentare ancora interessanti temi di ricerca. A tal riguardo infatti, è significativo notare come, attualmente, soprattutto nell’ ambito universitario d’Oltralpe, stiano fiorendo numerose dissertazioni intorno alla figura del parquet. Nel presente testo, ripercorrendo in modo essenziale le tappe evolutive dell’istituto, prima, e tentando di offrirne una visione sistematica, poi, si cercherà, attraverso l’analisi di un cospicuo numero di sentenze emesse dalla Suprema Corte parigina, di definire quali siano stati il ruolo, le competenze e le funzioni esercitati, in concreto, dal Ministère Public alla luce della disciplina prevista dal Code d’Instruction Criminelle del 1808. In particolare si vorrà verificare se, in queste pronunce, la Corte di Cassazione fu chiamata ad esprimersi ogni volta su questioni differenti o, piuttosto, su nuclei tematici ricorrenti ed omogenei. All’esame di tali pronunce, segnatamente per i casi più interessanti e complessi, si anteporrà una brevissima relazione dei fatti di causa; ove necessario, si darà conto di alcune fra le opinioni dottrinali più autorevoli, nonché degli altri opportuni riferimenti giurisprudenziali.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Simone Vismara Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1222 click dal 17/06/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.