Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il caso LaGrand e la tutela internazionale dei diritti umani

La mia tesi è inerente ad una sentenza della Corte internazionale di giustizia del 2001.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 INTRODUZIONE Tra le sentenze recentemente emanate dalla Corte internazionale di giustizia, principale organo giurisdizionale delle Nazioni Unite, il caso LaGrand occupa certamente un posto di rilievo non solo per l’attualità delle tematiche giuridiche affrontate ma anche e soprattutto per le implicazioni del caso con le più delicate questioni relative alla tutela internazionale dei diritti umani. All’origine della vicenda c’è la controversia tra Germania e Stati Uniti generata dai seguenti fatti. Nel 1984, due cittadini tedeschi, Karl e Walter LaGrand, furono condannati alla pena capitale per omicidio di primo grado e altri reati, nello Stato dell’Arizona. Le autorità statunitensi, tuttavia, non informarono il consolato tedesco dell’accaduto 1 . Nel 1992, le autorità consolari tedesche, venute a conoscenza della detenzione dei LaGrand, invocarono la mancata notifica consolare nei loro confronti dinanzi ai tribunali federali. In seguito al rifiuto del ricorso presentato, in quanto tardivo e, nonostante i tentativi diplomatici esperiti, la condanna a morte di Karl LaGrand fu eseguita nel febbraio del 1999. 1 In realtà, già nel caso Breard, del 1998 (Paraguay c. Stati Uniti), le autorità americane non comunicarono al consolato paraguaiano l’arresto e la detenzione di un loro cittadino. In questo caso, tuttavia, pur essendo giunti di fronte alla Corte internazionale di giustizia, non si è mai arrivati ad una sentenza di merito, molto probabilmente per via di un accordo ufficioso raggiunto tra i due Stati.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gabriela Germani Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10612 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.