Skip to content

La natura problematica della dialettica negativa in T.W. Adorno

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Ialenti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Antonio Pieretti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 254

L'autore, Alessandro Ialenti prende in esame la problematica 'chiave' del pensiero dialettico di Adorno: il tema del negativo e del non-identico.
Ialenti approfondisce la natura speculativa dei concetti dialettici adorniani fondamentali nel primo capitolo (ad esempio il problema del rapporto tra 'concetto e dato' e tra 'concetto e contraddizione'). Nel secondo capitolo Ialenti ricostruisce il tradizionale problema del principio di verità all'interno della dialettica adorniana, mostrando come nel filosofo francofortese vi sia un tentativo di sviluppo della nozione di 'costellazione' e 'micrologia' adottate da Benjamin e sopratutto come per Adorno la realizzazione umana (che comunque è compito della filosofia mantenere come 'idea regolativa' della sua attività) è in realtà razionale e non irrazionale. Una razionalità però diversa da quella della società di massa, alienante e spersonalizzante in cui storicamente noi viviamo, tale impostazione apre il problema della prassi nel pensiero adorniano e al tempo stesso del fondamento della 'teoria critica' stessa.
Nel terzo capitolo, Ialenti approfondisce l'opera, stilisticamente più significativa di Adorno: 'Minima moralia'. Ialenti mette in luce le aree argomentative fondamentali mostrando come dietro alla struttura a-sistematica apparente degli aforismi vi sia, in realtà, una sapiente e cavillosa struttura concettuale e dialettica di profonda portata speculativa.
Ialenti non condivide l'interpretazione di Adorno come 'intellettuale apocalittico' di cui spesso in Italia si sente parlare. Adorno non cede all'irrazionalismo di tanti altri filosofi contemporanei. che preferiscono rifugiarsi in una 'mistica dell'essere' e fuggire dalla riflessione seria sui condizionamenti materiali e tecnici che impediscono alla 'persona umana' di essere veramente umana in una società 'totalmente amministrata'. Il pensiero di Adorno, secondo l'interpretazione di Ialenti, ha una finalità profondamente etica, addirittura le categorie proprie della dialettica teoretica riassumo senso in una prospettiva etica (seppur priva del momento prescrittivo e normativo). L'influsso di Kant è notevole in Adorno (influsso che non sempre è stato studiato come avrebbe dovuto esserlo), anche in Kant ciò che non è risolvibile in senso teoretico si comprende in senso morale. La morale di Adorno però è una morale che vive nelle contraddizioni non solo della ragione pura, ma dell'Unwesen (cattiva sostanza) sociale dei rapporti umani alienati e cerca di mantenere una disperata lucidità consapevole al fine di 'aprire' uno spazio storico alla 'luce della redenzione'.
Per concludere, nel corso della sua tesi, Ialenti sostiene che non è vero che nella dialettica negativa non si dà conciliazione, essa invece è possibile ma in altra modalità (non-identica) a quella della sintesi idealistica hegeliana. La conciliazione è un compito etico da realizzare, essa non è coglibile come 'mera nozione' perché è di un ordine razionale, diverso da quello della razionalità tecnica e simile a quello del momento ludico del pensiero. Tuttavia ciò che è importante è comprendere che Adorno non è irrazionalista, come molti lo avevano superficialmente descritto, egli mantiene una fiducia profonda nella ragione ed è per tale motivo che ne vuole sondare tutte le aporie più tragiche e negative, affinché se ne possa poi liberare all'interno della coscienza umana nella storia.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La dialettica come Γ Λ ∆ Υ Η ς Λ ς negativa. Il termine greco Γ Λ ∆ Υ Η Λ ς Λ ς etimologicamente è legato al verbo Γ Λ ∆ Λ Υ Η Ζ-che significa 'divido,' distinguo', ed in ambito filosofico assume due significati fondamentali che troviamo in Platone (ripresi poi da tutta la tradizione dialettica occidentale); il primo è presente in un passo del Fedro; in cui è scritto ' Ν ∆ Ω' Η Λ Γ Κ Γ Λ ∆ Λ Υ Η Λ ς Τ ∆ Λ Ω ∆ Ρ Θ Ω ∆' (Pl. Phaedr. 273) 'distinguere le cose per specie'; il secondo significato, importante per coglierne il senso filosofico specifico che assume, si trova sempre in un altro passo della stessa opera di Platone (Pl. Phaedr. 78) dove il verbo in questione assume il significato peculiare di 'risolvere negli elementi'. Il termine indica quell'azione propria del pensiero dialettico, il quale, nel suo procedere discorsivo, spiega qualcosa disgiungendo le parti di un concetto o di un discorso. Ancora più precisamente, la ' Γ Λ ∆ Λ Υ Η ς Λ ς' è il momento in cui il concetto viene pensato nelle sue contraddizioni strutturali, in virtù del fatto che il concetto può essere 'risolto negli elementi che lo costituiscono'. E' evidente che il ruolo speculativo del momento 'diairetico' è

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

contraddizione
ragione soggettiva
ragione strumentale
redenzione
teoria critica
utopia
filosofia teoretica
theodor adorno
dialettica negativa
minima moralia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi