Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studi di proteomica sulla cultivar di grano duro Simeto

Lo scopo del lavoro di Tesi è stato quello di effettuare un primo screening sulla composizione proteica della cultivar di grano duro Simeto mediante l’utilizzo combinato di elettroforesi bidimensionale (2D-PAGE), spettrometria di massa (MALDI-TOF MS, HPLC-ESI MS/MS, n-ESI MS/MS) e analisi bioinformatica (server Mascot) , determinando, fra l’altro, varianti proteiche.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La proteomica Negli ultimi anni lo sviluppo di metodi avanzati per il sequenziamento del DNA, ha contribuito in modo notevole alla caratterizzazione e all’ottenimento del genoma completo di numerosi organismi (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/Entrez/Genome/main_genomes.html). I risultati ottenuti in questo campo hanno comunque reso chiaro che la conoscenza del genoma è solo il primo step per la comprensione dei processi cellulari che avvengono negli organismi. Infatti mentre il genoma contiene le informazioni che permettono ad un organismo di vivere e riprodursi, le funzioni essenziali di una cellula sono svolte dai prodotti dei geni, le proteine. Sono infatti le proteine che operano e che rendono possibile tutti i processi, sia fisiologici che patologici. Di conseguenza, alla genomica oggi si è affiancata la “proteomica”, ovvero la scienza che studia su grande scala il proteoma, ovvero, “l’intero contenuto PROTeico espresso da un genOMA” 1,2 di una cellula, di un tessuto o di un organismo, in determinate condizioni ambientali. Lo scopo della proteomica è proprio quello di fotografare, a livello proteico,

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Leda Occhipinti Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4034 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.