Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mass media e immagini dell'Islam: i quotidiani italiani e l'11 settembre

La tesi in Antropologia verte su uno studio delle dinamiche psico sociali tramite le quali il pregiudizio di singoli individui diviene cosa condivisa da intere società. In particolare si studiano i processi comunicativi, dei mezzi di comunicazioni di massa che portano alla formazione di una certa opinione pubblica riguardo i temi dell'immigrazione e della convivenza sul territorio italiano di differenti gruppi etnici. In particolare vengono esaminati il caso dei quotidiani la Repubblica, il Corriere della sera e la Stampa e delle notizie riferite all'immigrazione in generale e a quella di persone di fede islamica in particolare dopo l'11 settembre 2001

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Presentazione. All’inizio degli anni 90 emergono, all’interno del filone di studi sull’immigrazione, una serie di studi relativi all’immigrazione islamica. Si tratta di un flusso migratorio diversificato al suo interno perché diversi sono i paesi di provenienza, le lingue parlate e “gli” Islam praticati. Un fenomeno altamente eterogeneo, quindi, che spesso è stato protagonista sui quotidiani italiani e che raramente viene descritto come effettivamente è. Si può sostenere che oggi, alla luce di quanto accaduto con l’11 settembre 2001, l’Islam sia la categoria culturale e religiosa di cui più si parla soprattutto quando si discute di immigrazione. Il punto è come se ne parla. Qual è l’immagine che abbiamo di Loro, cosa evidenziano i media italiani quando “informano” sull’Islam e sugli immigrati musulmani? Come è percepita la Loro presenza da Noi? Si tratta realmente di un gruppo umano con cui lo scontro è inevitabile, vista la teoria del clash of civilization (Huntington 1993) riesumata in quest’ultimo anno? Data l’importanza del fenomeno immigrazione e in particolare di quella islamica, ho ritenuto opportuno svolgere una particolare ricerca sui maggiori quotidiani italiani cercando di evidenziare i termini in cui si pone l’incontro/ scontro tra Occidente e Islam. In particolare, si è voluto rilevare come l’idea di una presunta incompatibilità tra questi due mondi, di cui tanto si è discusso sui quotidiani considerati, sia oggi alla base di atteggiamenti di chiusura nei confronti degli immigrati musulmani. La ricerca, riportata nell’ultima parte di questo studio, è preceduta da uno studio sugli stereotipi e sui pregiudizi che si legano agli immigrati e al discorso mediatico che spesso alimenta una falsa conoscenza dell’altro. Il nostro lavoro, quindi, si svolge in tre parti. Nella prima, come detto, si è affrontata la tematica dello stereotipo e del pregiudizio. In particolare, si è fatto riferimento per lo stereotipo allo studio di Walter Lippman del 1922 The Public Opinion.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Donata Franzi Contatta »

Composta da 204 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7418 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.