Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le tipologie turistiche negli anni 2000: turismo sostenibile e turismo sociale

Il lavoro prende spunto dalla realtà del turismo legato all'idea di sviluppo durevole del territorio ed analizzando la situazione attuale ipotizza gli scenari futuri sia per la domanda che per l'offerta turistica, soffermandosi sul turismo attuato dalle onlus e sui marchi di qualità per il turismo sostenibile e responsabile, accennando anche agli scenari dell'e-commerce per il settore turistico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il presente Lavoro, che giunge alla conclusione di un lungo periodo di studi e di ricerche sulla realtà del turismo nel XXI secolo, è diviso in tre capitoli, che prendono in esame i diversi e molteplici aspetti del turismo moderno, soffermandosi sulle nuove tipologie turistiche attivate dal turismo sociale e sostenibile. Nel primo capitolo viene svolta una completa analisi sulla storia del viaggio, dagli albori della civiltà moderna fino agli anni Duemila. Il viaggio, nelle sue diverse accezioni, vede il proprio “certificato di nascita” già fra il XVI e il XVII secolo con il continuo peregrinare dei giovani aristocratici del tempo nelle città più belle e culturalmente interessanti del Vecchio Continente. Soltanto sul finire del XIX secolo, il termine turismo comincia ad assumere il significato odierno e a venire impiegato per la definizione dei viaggi compiuti, a scopo di svago, da un numero sempre crescente di persone in tutto il mondo. Coscienti dell’importanza di una corretta e precisa definizione del fenomeno, ci si sofferma sull’effettiva validità della definizione di Turismo data attualmente dagli Organismi internazionali del Turismo e su alcune incongruenze che ad essa si accompagnano. La definizione data nel 1993 dalla United Nation Statistical Commission, è un perfetto esempio di visione generalista e imprecisa del fenomeno e non giova per nulla alla corretta identificazione del turismo in sé. Infatti, anche se l’importanza del turismo è sempre più percepita negli studi

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Cataldo Contatta »

Composta da 212 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 27158 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.