Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il valore delle sentenze straniere alla luce delle norme di diritto internazionale privato

Il lavoro ha come oggetto quel particolare meccanismo del diritto internazionale privato per cui le sentenze civili straniere producono effetti nel nostro ordinamento in virtù del richiamo effettuato dalle norme di conflitto.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Il presente lavoro ha come oggetto lo studio di quel meccanismo giuridico del diritto internazionale privato che consente a una norma di conflitto di richiamare le sentenze civili straniere efficaci nell’ordinamento da esse indicato. Si tratta, in sostanza, di uno dei modi con cui far valere in Italia sentenze emesse all’estero così come previsti dal nostro sistema di diritto internazionale privato riformato dalla legge 31 maggio 1995 n. 218. Il nostro ordinamento già conosceva, in aggiunta allo strumento del riconoscimento della sentenza straniera in quanto atto giurisdizionale e quindi dei suoi effetti pubblicistici ( autorità di cosa giudicata ed effetti esecutivi), questo meccanismo che introduce i soli effetti privatistici della sentenza ( accertamento oppure costituzione, modificazione, estinzione di situazioni giuridiche soggettive) senza dare rilievo al dato processualistico. Esso, nel sistema previgente alla riforma del 1995, assumeva una certa rilevanza dato che da un lato rappresentava uno strumento automatico di inserimento dei valori giuridici espressi da sentenza, derogando quindi al principio generale della irrilevanza delle sentenze straniere in mancanza del giudizio interno delibativo, contenuto dall’ormai abrogato art.797

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Pierluigi D'urso Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3121 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.