Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Opportunità di crescita delle Pmi e private equity

La crescita delle PMI con strumenti di finanza innovativa, ed in particolare del private equity. La tesi, nella prate finale, prende in esame alcuni casi aziendali di alcune imprese toscane oggetto di operazioni di private equity analizzandone i costi e i benefici, gingendo quindi a dare un giudizio critico su come il rapporto di partnership tra azienda e investitore potrebbe essere migliorato e sui punti di forza e di debolezza delle operazioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione I Introduzione Il lavoro ha per oggetto l’analisi delle operazioni di private equity e la situazione delle piccole e medie imprese italiane, illustra come tali realtà potrebbero sfruttare le opportunità offerte dai finanziamenti nel capitale di rischio come alternativa all’indebitamento e propone un modello che mette in luce i benefici e i costi che tali interventi comportano per le realtà imprenditoriali minori. La convenienza o meno delle operazioni di private equity non può prescindere da una attenta analisi teorica, che prenda in esame sia i contributi teorici relativi alle strategie di copertura finanziaria delle imprese, sia le caratteristiche peculiari delle PMI italiane. Nella prima parte, dunque, il lavoro si concentra sulle scelte finanziarie delle imprese e sulle modalità a cui possono ricorrere per il finanziamento delle attività. L’attenzione è stata posta dapprima sugli strumenti finanziari a disposizione delle imprese, distinguendo quelli aventi per oggetto il debito da quelli relativi al capitale di rischio e mettendo il luce le principali differenze che li caratterizzano. In seguito, il lavoro prende in esame le tematiche relative alla struttura finanziaria delle imprese, focalizzandosi sulle principali teorie a supporto delle strategie finanziarie adottate dalle aziende, e le problematiche relative ai rapporti tra management e azionisti utilizzando la Agency Theory. Un altro aspetto propedeutico alle valutazioni in materia di private equity è quello inerente ai rapporti tra struttura finanziaria delle imprese e considerazioni di carattere fiscale: in particolare, il lavoro esamina gli effetti della riforma tributaria del 1998 (che ha introdotto IRAP e DIT) e gli

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Riccardo Roesstorff Contatta »

Composta da 262 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13932 click dal 10/05/2005.

 

Consultata integralmente 55 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.