Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione del processo produttivo e del prodotto in monocottura, con l'espansione sul mercato del grès porcellanato smaltato

Sono un giovane tecnico ceramico è vorrei proporre alla Vs attenzione questa tesi, che è il risultato di un lavoro effettuato presso un'azienda ceramica. Leggendo, per esteso tutto l'elaborato, si scoprirà come è stato possibile mantenere il mercato della monocottura (riducendo il prezzo dell'impasto ed effettuando variazioni a livello di processo) a scapito del gres porcellanato smaltato, superando quei luoghi comuni che in tutti i settori esistono ed esisteranno sempre.
Buona lettura.
Vi introduco brevemente al mio lavoro svolto.
Nell’attuale situazione produttiva e di mercato, la competitività internazionale dell’industria ceramica italiana si misura su entrambi i livelli, quello energetico, che condiziona in misura decisiva i costi di produzione, e quello qualitativo.
Nella consapevolezza di ciò, la tesi in oggetto è stata indirizzata verso l’approfondimento di entrambi gli aspetti, ed il confronto fra la tecnologia innovativa e quella tradizionale non è stato limitato solamente alla valutazione dei risparmi energetici conseguibili e degli incrementi produttivi, ma si è esteso anche all’analisi degli effetti sulla qualità del prodotto richiesto (monocottura), in funzione delle strategie aziendali, con l’avvento del grès porcellanato (soprattutto smaltato).
Alla luce di tutto ciò, si è cercato di analizzare lo sviluppo del processo e del prodotto “monocottura”, con l’espansione sul mercato del grès porcellanato smaltato; si è fatto riferimento alla qualità del semilavorato-barbottina ed alle caratteristiche del prodotto finito, facendo sì che fosse altamente competitivo dal punto di vista qualitativo e da quello commerciale (elevato rapporto qualità/prezzo), per permettere di mantenere un ruolo significativo nel mercato attuale.
Tutto ciò si è reso possibile andando a variare l’impasto, riducendo la percentuale di................, ed agendo sui parametri di macinazione del processo in continuo.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA L’adozione del processo di macinazione ad umido in continuo ha cambiato in modo radicale l’assetto della linea di preparazione delle materie prime, oltre che le condizioni di macinazione. Ciò ha influito sia sulla qualità dei materiali lavorati, sia sui consumi energetici della linea. E' stato importante, in presenza di un’innovazione tecnologica quale quella presa in esame, considerare entrambe queste implicazioni, il cui reciproco rapporto di importanza può per altro subire delle variazioni e degli adattamenti, in funzione della situazione produttiva e di mercato. Nell’attuale situazione produttiva e di mercato, la competitività internazionale dell’industria ceramica italiana si misura su entrambi i livelli, quello energetico, che condiziona in misura decisiva i costi di produzione, e quello qualitativo. Nella consapevolezza di ciò, la tesi in oggetto è stata indirizzata verso l’approfondimento di entrambi gli aspetti, ed il confronto fra la tecnologia innovativa e quella tradizionale non è stato limitato solamente alla valutazione dei risparmi energetici conseguibili e degli incrementi produttivi, ma si è esteso anche all’analisi degli effetti sulla qualità del prodotto richiesto (monocottura), in funzione delle strategie aziendali, con l’avvento del grès porcellanato (soprattutto smaltato). Si riporta, di seguito, l’andamento del mercato per tipologia (considerando unicamente la Monocottura, la Bicottura ed il Grès porcellanato) degli ultimi anni. Alla luce di tutto ciò, si è cercato di analizzare lo sviluppo del processo e del prodotto “monocottura”, con l’espansione sul mercato del grès porcellanato smaltato; si è fatto riferimento alla qualità del semilavorato-barbottina ed alle caratteristiche del prodotto finito, facendo sì che fosse altamente competitivo dal punto di vista qualitativo e da quello commerciale (elevato rapporto qualità/prezzo), per permettere di mantenere un ruolo significativo nel mercato attuale. Tutto ciò si è reso possibile andando a variare l’impasto, riducendo la percentuale di argilla ed aumentando la percentuale di materiale inerte a scapito di un fondente, ed agendo sui parametri di macinazione del processo in continuo. Come premessa alla descrizione delle esperienze svolte vengono richiamati alcuni concetti generali sulle tipologie di piastrelle ceramiche e sul loro ciclo tecnologico di fabbricazione, allo scopo di evidenziare i rapporti che legano le caratteristiche e la qualità dei prodotti finiti all’assetto impiantistico ed ai parametri tecnologici e produttivi che caratterizzano le fasi di produzione. 0% 20% 40% 60% 80% 100% 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 Andamento del mercato per TIPOLOGIA Monocottura Bicottura Grès Porcellanato

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Filippo Cornacchia Contatta »

Composta da 44 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2722 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.