Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le dinamiche di relazione familiare nella serie televisiva ''I Soprano''

I Soprano è una fiction che in America, come in altri paesi occidentali, ha avuto molto successo, allo stesso tempo suscitando notevoli polemiche per la stereotipizzazione dei tratti italiani, portati all'estremo negativo, e per la normalizzazione della violenza che viene presentata nel prodotto. Nella tesi affrontiamo il tema della rappresentazione della famiglia ne I Soprano, affrontando un'analisi psicologia della famiglia, per poi passare ad una descrizione delle tematiche principali relative all'emigrazione italiana. Gli ultimi due capitoli propongono un'analisi semiopragmatica della fiction.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Nel corso degli ultimi decenni l’interesse per la famiglia si è ampiamente sviluppato in ambito psicologico, psicoterapeutico, sociologico e demografico, soprattutto in virtù delle pressioni culturali che essa subisce, come dimostrano le cifre relative ai divorzi e alle separazioni, al calo delle nascite, e al sorgere di nuove tipologie familiari. Il nostro studio si inserisce dunque nel rinnovato dibattito sulla famiglia. Abbracciamo qui la tesi che, al di là della supposta “crisi” del nucleo familiare, esso rivesta ancora un’importanza fondamentale per l’individuo e per la società: innanzitutto nella sua funzione affettiva ed emozionale di inestimabile valore per i suoi membri (ed in particolare nel processo di individuazione, crescita e cambiamento) e, in secondo luogo, per il suo ruolo cruciale di natura sociale ed economica, ossia di assistenza e sostegno ai membri in stato di bisogno. Il tema della famiglia è stato anche affrontato in relazione a quello, altrettanto attuale, delle comunicazioni di massa. Anche in questa ottica ci muoveremo. La nostra attenzione si concentrerà su una fiction che negli ultimi anni ha scatenato reazioni di segno insieme positivo e negativo, ha vinto numerosi premi della critica e allo stesso tempo è stata al centro di vivaci polemiche: I Soprano. Prodotta negli Stati Uniti, la fiction è arrivata nel nostro Paese nel maggio 2001, non riscuotendo, tuttavia, lo stesso successo che le ha permesso in America di diventare serial “di culto”. La curiosità per un prodotto televisivo che parla di un capomafia italoamericano e che è stato all’origine di reazioni così diverse, la sua pertinenza rispetto alla tematica della famiglia, e soprattutto l’insistenza delle comunità italoamericane – in primis la National Italian American Foundation – nel tentativo di boicottare la fiction e risollevare l’immagine dell’italoamericano, ci hanno indotto all’analisi del caso di questa serie. Procederemo, in questo ambito, con l’aiuto di testi pubblicati negli Stati Uniti – selezionati, in realtà, entro una letteratura sulla produzione in oggetto ormai sterminata e non sempre scientificamente affidabile –, e di documenti gentilmente messici a disposizione dalla stessa NIAF e da un’altra associazione, la Order Sons of Italy. L’obiettivo è di supplire all’assenza, nei testi pubblicati negli Stati Uniti, di un interesse più specifico per la rappresentazione della famiglia, in realtà fulcro della fiction. Quasi interamente scritti da autori italoamericani, questi testi affrontano infatti solo

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Roberta Vitale Contatta »

Composta da 217 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4443 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.