Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le multinazionali del tabacco: il caso Philip Morris

La globalizzazione dei sistemi economici e la crescente integrazione politica sovranazionale rendono la dimensione internazionale del business una condizione che è al tempo stesso sia vincolo che opportunità e che è sempre più incisiva nella dinamica competitiva dell’impresa.
Se da un lato le multinazionali suscitano spesso preoccupazione, dall’altro vengono di frequente considerate una delle forme di organizzazione industriale più avanzate del capitalismo, in grado di esprimere livelli d’efficienza di gran lunga superiori ad altre imprese e di assicurare la creazione e la diffusione su scala mondiale del know-how e della tecnologia.
Questo lavoro offre un panorama economico globale del settore tabacchicolo, indagando l’importanza delle multinazionali del settore, sottolineandone le strategie e i rapporti con gli organismi sovranazionali, con particolare attenzione al caso della Philip Morris, la più grande multinazionale del settore, che attraverso diverse strategie, continua oggi a prosperare.
Il testo si articola in quattro capitoli.
Il primo capitolo offre un panorama del settore, dall’origine e diffusione della pianta del tabacco all’attuale consumo e commercio internazionale con particolare attenzione al valore economico dello stesso.
Il secondo capitolo, descritte le teorie della multinazionalizzazione e le nuove modalità di investimenti delle multinazionali, tra cui le fusioni ed acquisizioni, indaga sul comportamento adottato dalle multinazionali per aggirare i controlli sul tabacco e i loro rapporti tra queste e le organizzazioni sovranazionali.
Il terzo capitolo, concentra la propria attenzione su tutto il gruppo Philip Morris (oggi Altria Group) al fine di sottolineare la situazione economica attuale e la propria posizione all’interno del sistema mondiale, con particolare attenzione al processo di diversificazione della multinazionale, che ha portato la stessa a diventare inoltre la più potente multinazionale nel settore alimentare, seconda solamente alla Procter & Gamble.
Il quarto capitolo, infine, analizza la situazione finanziaria della Philip Morris, che nonostante la serrata lotta contro il fumo continua ad offrire risultati incoraggianti, nonostante il pericolo che corre negli Stati Uniti, oggi unico paese che ha ridotto drasticamente il consumo del tabacco, nonchè paese pionierie delle cause intentate ai colossi del tabacco. Il capitolo inoltre analizza il potere della multinazionale in Italia, con particolare attenzione al processo di privatizzazione dell’Ente Tabacchi Italiani; ne indaga i comportamenti scorretti che ha avuto a scapito della salute del consumatore e la sua partecipazione ad attività di contrabbando che l’hanno portata oggi ad essere al centro dell’attenzione per operazioni di boicottaggio a livello internazionale.
Tutto il lavoro analizza la situazione dal punto di vista economico, al fine di arrivare a conclusioni che sottolineino le prospettive future di tutto il settore del tabacco, in specifico, del gruppo Altria.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 INTRODUZIONE La globalizzazione dei sistemi economici e la crescente integrazione politica sovranazionale rendono la dimensione internazionale del business una condizione che è al tempo stesso sia vincolo che opportunità e che è sempre più incisiva nella dinamica competitiva dell’impresa. Se da un lato le multinazionali suscitano spesso preoccupazione, dall’altro vengono di frequente considerate una delle forme di organizzazione industriale più avanzate del capitalismo, in grado di esprimere livelli d’efficienza di gran lunga superiori ad altre imprese e di assicurare la creazione e la diffusione su scala mondiale del know-how e della tecnologia. Questo lavoro offre un panorama economico globale del settore tabacchicolo, indagando l’importanza delle multinazionali del settore, sottolineandone le strategie e i rapporti con gli organismi sovranazionali, con particolare attenzione al caso della Philip Morris, la più grande multinazionale del settore, che attraverso diverse strategie, continua oggi a prosperare. Il testo si articola in quattro capitoli. Il primo capitolo offre un panorama del settore, dall’origine e diffusione della pianta del tabacco all’attuale consumo e commercio internazionale con particolare attenzione al valore economico dello stesso. Il secondo capitolo, descritte le teorie della multinazionalizzazione e le nuove modalità di investimenti delle multinazionali, tra cui le fusioni ed acquisizioni, indaga sul comportamento adottato dalle multinazionali per aggirare i controlli sul tabacco e i loro rapporti tra queste e le organizzazioni sovranazionali. Il terzo capitolo, concentra la propria attenzione su tutto il gruppo Philip Morris (oggi Altria Group) al fine di sottolineare la situazione economica attuale e la propria posizione all’interno del sistema mondiale, con particolare attenzione al processo di diversificazione della multinazionale, che ha portato la stessa a diventare inoltre la più potente multinazionale nel settore alimentare, seconda solamente alla Procter & Gamble.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Daniela Trombetta Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13051 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 32 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.