Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La diffusione del comportamento criminale: il problema del campo oscuro

Il problema della cifra oscura della criminalità nei suoi risvolti conoscitivi rispetto alla consocenza ufficiale del fenomeno criminale e nelle sue moderne implicazioni di politica criminale e di politica di sicurezza. L'analisi consta di una parte generale dedicata allo studio dei fattori influenzanti la propensione alla denuncia e di una parte speciale che analizza le particolarità di uno dei reati caratterizzate da alto indice di occultamento: le violenze sui minori e sulle donne.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Sin dagli albori della criminologia, il comportamento criminale è da sempre stato oggetto d’indagine scientifica. Ma è da subito parso evidente che tale indagine, per essere efficace, non ha modo di prescindere dalla consapevolezza dei propri limiti. Nonostante tutti i risultati raggiunti da vari studi e teorie succedutesi nel tempo, infatti, il crimine non risulta spiegabile completamente in maniera scientifica in tutte le sue manifestazioni 1 . Se ciò fosse possibile, del resto, esso non rappresenterebbe ancora un problema da prendere in seria considerazione. Come ogni indagine scientifica, anche l'indagine criminologica conosce due dimensioni, quella empirica e quella teorica, tali che ognuna deve verificare l’esattezza dell’altra, in modo che le teorie siano dimostrate empiricamente e viceversa. Seguendo questo metodo, l’attenzione del criminologo si è spostata dallo studio del criminale in quanto persona “diversa”, al contesto sociale in cui questo esplica la propria attività criminosa. Ed è stato proprio grazie all’analisi dell’ambito sociale in cui si svolge l’attività umana che la criminologia ha potuto sottolineare alcuni aspetti fondamentali del fenomeno criminale quali “la natura sociale, la pluralità dei fattori con esso interagenti, la sua connessione, soprattutto, con le _______________________________ (1) LORENZ K., Il cosiddetto male, Il Saggiatore, Milano, 1979, pag. 28.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Sara Accardo Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3892 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.