Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il bilancio di sostenibilità: il caso Granarolo

Nel presente lavoro si analizzano i principali fattori che hanno mutato il modo di concepire i valori portanti dell'impresa: fra questi emergono le crisi economiche, i disastri ecologici e ambientali, la forte concorrenza che interessa trasversalmente il settore dell'industria e l'incertezza riguardante il futuro di ogni attività imprenditoriale. Nel secondo capitolo si affronta l'importanza di comunicare i risultati dell'agire tramite comportamenti socialmente corretti, nella consapevolezza che il bilancio sociale non è l'unico strumento utilizzabile a tal fine. Nel terzo capitolo si esaminano le origini della rendicontazione integrativa, vengono mostrati alcuni modelli di bilancio sociale, rapporti ambientali e di sostenibilità. infine nel quarto capitolo si espone il caso aziendale Granarolo S.p.A per evidenziare come i diversi i modelli di rendicontazione siano stati utilizzati in una realtà imprenditoriale.

Mostra/Nascondi contenuto.
III INTRODUZIONE Indipendentemente dalla loro dimensione, tutte le aziende instaurano con l’ambiente che le circonda una serie di rapporti caratterizzati da elevati gradi di complessità. Oggi, sebbene il profitto rimanga l’obiettivo principale da persegui- re, il management tiene in forte considerazione tutte le interazioni che coinvol- gono l’azienda, la quale non si limita più, come un tempo, ad occuparsi esclusi- vamente dell’aspetto quantitativo e qualitativo dei prodotti offerti. Nel primo capitolo del presente lavoro si analizzano i principali fattori che hanno mutato il modo di concepire i valori portanti dell’impresa: fra questi emergono le crisi economiche, i disastri ecologici e ambientali, la forte concor- renza che interessa trasversalmente tutti i settori dell’industria e l’incertezza ri- guardante il futuro di ogni attività imprenditoriale. In questi ultimi decenni, come noto, i vertici decisionali aziendali hanno iniziato a comprendere e gestire le complesse dinamiche che caratterizzano il rapporto con l’ambiente; in particolare si è dimostrato interesse crescente verso le richieste dei diversi interlocutori sociali. Questo comportamento responsabile (o social accountability), è frutto del- la nuova consapevolezza che obiettivi economici e sociali possono non solo con- vivere, ma addirittura consentire il raggiungimento di traguardi economici più favorevoli. In tale ambito si identificano inoltre le rinnovate attese da parte dei consumatori, della comunità locale, delle pubbliche istituzioni, degli investitori; tutti questi interlocutori aziendali, i cosiddetti stakeholder, negli ultimi anni han- no maturato la consapevolezza di essere d’importanza vitale per il raggiungi- mento degli equilibri aziendali. La risposta del management alla crescente do- manda di informazione ha dato origine a nuovi strumenti di reporting quali: “bi- lancio sullo sviluppo sostenibile”, “bilancio sociale”, “codice etico”, “bilancio ambientale”.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Claudia Farina Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11088 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.