Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il consumatore etico e solidale: prospettive e sviluppo di un nuovo stile di vita tra realtà e utopia

Nell'elaborato analizzo i rapporti che intercorrono tra gli attori del mercato, riferendomi in particolar modo al ruolo che ha avuto l'etica nel mutare le abitudini di consumo degli individui.
Ho passato in rassegna le caratteristiche di un consumatore eticamente orientato in diversi ambiti merceologici e ho delineato i tratti distintivi di un nuovo consumatore etico e solidale, che effettua le proprie scelte non solo in base ad una soddisfazione personale, ma tenendo conto delle esigenze di altre persone.
Mi sono soffermata in particolar modo sul Commercio Equo e solidale, una pratica che da poco tempo ha cominciato a farsi strada nell'universo economico, ma che è riuscita a contrastare gli aspetti inqui del mercato tradizionale e della globalizzazione.
Queste tematiche risultano particolarmente significative ed interessanti in ambito sociologico, in quanto sono il segnale di un cambiamento di trand che si sta delineando nella società attuale, che dipende dalla sedimentazione dell'idea di globalizzazione nell'opinione di pubblica e da un rinnovato desiderio, di numerosi individui, di partecipazione alla vita sociale ed economica della realtà in cui vivono.
Si comincia a sentire il bisogno di una maggiore trasparenza da parte delle imprese e del mercato in generale, per questo la chiarezza disarmante de commercio equo e solidale ben rappresenta il connubio tra attenzione sociale, etica, trasparenza, globalizzazione ed economia di mercato.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Con questo elaborato intendo descrivere l’evoluzione dell’attenzione all’etica nell’ambito dei consumi, per delineare un processo che ha condotto alla nascita di uno stile di vita sospeso tra la spinta utopica alla costruzione di un’economia globale equa e gli ostacoli concreti posti dallo sviluppo del mercato mondiale. Nel primo capitolo ho esaminato l’evolversi dell’atteggiamento degli individui nei confronti dell’etica, rapportando questo percorso al mondo dei consumi. I movimenti che sono nati nel corso degli anni, come il consumerismo e l’ambientalismo, e la lotta per i diritti umani, hanno ripreso particolare vigore nell’ultimo decennio, con la presa di coscienza, da parte degli individui, delle problematiche che la globalizzazione traccia nel suo diffondersi. Questa rinnovata attenzione è stata rivolta in special modo al mercato, considerato il centro dello sviluppo, in positivo e in negativo. Il risveglio della società civile ha portato alla diffusione del desiderio di rimettere in discussione i valori su cui fondare la crescita economica, sociale e umana, trasmettendo questa necessità anche agli attori che operano sui mercati internazionali. Questa condizione è stata favorita dal diffondersi della possibilità di comunicare, viaggiare e conoscere, ma soprattutto dalla parallela evoluzione del terzo settore, che è cresciuto e si è modificato accogliendo il desiderio di numerosi individui di partecipare alle attività delle organizzazioni non profit, non solo tramite aiuti in denaro, ma con azioni concrete. Nel capitolo successivo ho inteso analizzare il graduale percorso che compie il consumatore, partendo dalla consapevolezza delle proprie idee, fino ad arrivare al desiderio di farle rispettare in toto, utilizzando l’atto d’acquisto. Questa propensione all’etica dei consumatori può essere

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Silvia Brusadelli Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5480 click dal 07/05/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.