Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I poteri dispositivi delle parti nelle esperienze straniere

la tesi tratta delle principali procedure negoziali di cui le parti possono usufruire nei sistemi penali dei più importanti paesi europei, raffrontandoli con quelli statunitensi (plea bargaining, bench trial, plea of nolo contendere); particolare attenzione è rivolta all'aistituto della diersion, del quale vengono sottolineate le caratteristiche economiche e sociali

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Ogni sistema processuale, al fine di semplificare il procedimento e conferirgli una maggiore efficienza sul piano sostanziale, riserva alle parti il potere di influire su alcune situazioni, determinando in questo modo l’esito della controversia. Ci si riferisce a quelli che il codice di procedura penale chiama “procedimenti speciali” e che la dottrina preferisce definire acceleratori, e che si ispirano marcatamente, alla cosiddetta negotiaed justice d’Oltreoceano, divenuta il principale meccanismo di smaltimento degli affari penali. Proprio riguardo quest’ ultima affermazione si è sviluppata una vivace querelle in dottrina tra chi sostiene che le differenze tra i due sistemi risultano essere di così notevole portata, da non permettere di considerare quello americano sovrapponibile a quello italiano, e fra coloro i quali ritengono che per comprendere a pieno i meccanismi dell’uno, non si possa prescindere dall’altro quale modello di riferimento. Per arrivare al cuore del problema, è necessaria un’analisi puntuale dei riti deflattivi operanti negli Stati Uniti, seguita da

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luigi Fuiano Contatta »

Composta da 384 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1809 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.